Cronaca

Clinica Petrucciani: 78 lavoratori da due anni in attesa di una firma

Le procedure, al ministero del Lavoro, sono state ultimate da tempo: una situazione di stallo inspiegabile, secondo il sindacato Cgil, che aggrava la condizione delle famiglie che si vedono lo stipendio decurtato del 20 percento

Foto generica di archivio

 

LECCE - La Cgil e il sindacato di categoria Funzione pubblica della provincia di Lecce definiscono quanto meno “inspiegabile e ai limiti dell’assurdo” la situazione in cui si trovano i 78 lavoratori della nota Clinica Petrucciani di Lecce, il cui contratto di solidarietà, partito nella pratica da marzo 2011, non viene completamente attuato a causa della grave situazione di stallo in cui si trovano i decreti presso il ministero del Lavoro. Nonostante tutta la procedura burocratica sia ultimata ormai da mesi, infatti, il decreto ministeriale è fermo a Roma in attesa di una firma.

“Tutto questo ai danni dei lavoratori e delle loro famiglie che, in un periodo già di grave difficoltà economica, si vedono decurtare, da due anni, il 20 percento dello stipendio, la quota cioè in conto al ministero”, denunciano i due referenti Daniela Campobasso e Silvio Cataldi.

L’ organizzazione sindacale è intervenuta diversi mesi addietro, inviando sollecitazioni direttamente agli uffici ministeriali, affinché la situazione si potesse sbloccare. “Auspichiamo che questo avvenga quanto prima, perché, sia il sindacato che i lavoratori che rappresentiamo, ritengono i tempi di ragionevole attesa ormai più che scaduti”, concludono i sindacalisti Cgil. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Clinica Petrucciani: 78 lavoratori da due anni in attesa di una firma

LeccePrima è in caricamento