rotate-mobile
Cronaca Rudiae / Via San Pietro in Lama

Sull'antico Chiostro scritta contro Telerama dopo servizi su occupazioni abusive

Sul posto è intervenuta la polizia. Di fronte sorge un immobile abbandonato. L'emittente ha realizzato alcuni servizi sul degrado e il viavai continuo all'interno, denunciato da diversi residenti

LECCE – “Telerama= sciacalli contro la miseria”. Una grande scritta, che riporta come firma una A cerchiata, il simbolo dell’anarchia, è apparsa sul muro esterno del Chiostro dei Domenicani, antico edificio peraltro di particolare pregio architettonico di via San Pietro in Lama.

Realizzata con bomboletta spray di colore nero, si tratta quasi sicuramente della risposta a una serie di servizi realizzati negli ultimi giorni dall’emittente televisiva salentina (qui il primo del 19 ottobre e qui il secondo del 21 ottobre) su un immobile che sorge proprio di fronte all’antico convento, oggi dimora storica.

Il complesso privato, con una serie di appartamenti, è disabitato ormai da molti anni e recintato, tuttavia accedervi è abbastanza semplice e, stando a quanto denunciato da diversi residenti e riportato nei servizi dell’emittente, soprattutto nelle ore serali, sarebbe diventato un ricovero per una vasta platea di persone senza una fissa dimora: da diversi clochard a stranieri senza regolare permesso di soggiorno.

df969680-1f66-47d4-a3fe-284df1cfa08f-2

Al di là dello stato di necessità di molti, che sfruttano questi spazi come riparto soprattutto di notte, i servizi di Telerama si sono soffermati anche su aspetti illeciti che sarebbero correlati al continuo viavai intorno alla struttura, segnalando, per esempio, episodi di spaccio o di ricettazione di oggetti rubati, come biciclette, e dando voce ad alcuni residenti della zona stanchi della situazione. Lo stesso immobile, di suo, versa in generale in uno stato di degrado evidente.  

Non è chiaro quando, esattamente, sia comparsa la scritta, forse già da qualche giorno. Sta di fatto che la segnalazione alla polizia è avvenuta oggi e a farla è stata la stessa emittente televisiva, dopo la scoperta. Sul posto sono intervenuti una volante della questura, investigatori della Digos e scientifica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sull'antico Chiostro scritta contro Telerama dopo servizi su occupazioni abusive

LeccePrima è in caricamento