menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Raffica di controlli in città anche ai pendolari nei bus e ai negozi aperti

Prosegue l'azione della polizia locale. Una sola denuncia oggi: uomo di Arnesano che vagava sulla provinciale Lecce-San Cataldo

LECCE – Sono 176 le autocertificazioni acquisite oggi, sulle quali gli uffici della polizia locale di Lecce svolgeranno verifiche di routine, per accertarne la veridicità. In un caso, comunque, si è proceduto subito alla denuncia. Riguarda un uomo di Arnesano che non è stato in grado di fornire una valida motivazione per cui si trovasse a Lecce.

Gli agenti del comando di viale Rossini l’hanno fermato sulla strada provinciale che collega Lecce alla marina di San Cataldo, all’altezza della rotatoria, nei pressi del Parco Melissa Bassi. Il dato sembra quindi seguire quello già emerso durante le verifiche svolte questa mattina della questura di Lecce (che oggi LeccePrima ha seguito per realizzare un servizio). Ovvero, sembra che sempre più persone si stiano conformando alle rigide, quanto necessarie, disposizioni.   

Proseguono, dunque, i controlli, oggi con ventisei pattuglie, impegnate alternativamente per 24 ore continue, per verificare il rispetto delle misure di contenimento adottate dal Governo per contrastare il contagio dal nuovo ceppo di coronavirus. Tutto il territorio di Lecce è stato monitorato con pattugliamenti dinamici e posti di controllo predisposti nel centro storico, in zona Mazzini, nel rione Salesiani, lungo i viali della circonvallazione, nei quartieri Rudiae e Ferrovia, nel quartiere Stadio e sulle principali strade provinciali.

photo_2020-03-25_18-59-33-2

Gli agenti hanno controllato anche i passeggeri a bordo dei bus di linea che garantiscono il collegamento con i comuni della provincia. Sono stati riscontrati solo pendolari, tutti con comprovate esigenze lavorative. I controlli hanno riguardato anche 54 attività commerciali, tutte in regola rispetto alle prescrizioni sulle distanze interpersonali.

Al numero del Coc di via Giurgola (0832.230049), dedicato all’assistenza della popolazione, la protezione civile ha ricevuto 343 chiamate, di cui 37 per richieste di farmaci, 21 di generi alimentari e 285 di informazioni. E’ utile ricordare come sia attivo anche il numero 360.1055312, che riceve messaggi sms, whatsapp e telegram, dedicato alla comunità leccese di sordi e audiolesi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento