Cronaca

Cassazione, annullata sentenza. Da rifare il processo d'appello a Corigliano

L'imprenditore salentino, già assolto in primo grado con formula piena, era stata inflitta in appello una condanna a 5 anni e sei mesi. La Corte di Cassazione, però, ha annullato la sentenza con rinvio. Bisognerà dunque celebrare un nuovo processo

Uno dei distributori che furono sequestrati.

LECCE – Nuovo capitolo della lunga e complessa vicenda giudiziaria che vede come protagonista per l'ex presidente della Confcommercio Roberto Corigliano, 63enne leccese accusato di associazione per delinquere, usura, riciclaggio ed esercizio abusivo dell'attività finanziaria. All’imprenditore salentino, già assolto in primo grado con formula piena, in appello era stata inflitta una condanna a 5 anni e sei mesi di reclusione. La Corte di Cassazione, però, ha annullato la sentenza con rinvio. Bisognerà dunque celebrare un nuovo processo d’appello.

L’accusa, rappresentata ancora una volta dal pubblico ministero Giorgio Lino Bruno, aveva chiesto in appello una condanna di 10 anni di reclusione. Nella sua lunga requisitoria l’attuale procuratore aggiunto della Repubblica di Bari (applicato a Lecce per questo processo) aveva analizzato e sviscerato tutti i movimenti contabili e le dichiarazioni di personaggi di spicco della criminalità organizzata che, a loro dire, avrebbero avuto contatti con Valerio Corigliano, fratello di Roberto. Dichiarazioni, però, non ritenute attendibili dai giudici di primo grado.

Al centro della complessa indagine, due distributori di servizio “Q8” che sorgono sulla via per Merine e sulla Lecce-Maglie. Attività commerciali che, secondo l’accusa, l’imputato avrebbe gestito far transitare ingenti somme di denaro sporco. Alcuni giorni dopo la condanna la guardia di finanza di Lecce aveva sottoposto a nuovo sequestro i beni, per oltre 30 milioni di euro, riconducibili al l’ex Presidente di Confcommercio. Ipotesi, circostanze e sequestri che ora dovranno nuovamente essere vagliate, anche e soprattutto sulla base di quanto evidenziato dai giudici della Suprema Corte.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cassazione, annullata sentenza. Da rifare il processo d'appello a Corigliano

LeccePrima è in caricamento