Cronaca Leuca / Via Antonio dell'Abate

Il benzinaio urla e il giovane rapinatore fugge a gambe levate e senza soldi

Maldestro tentativo nel pomeriggio di un ragazzo, forse nemmeno maggiorenne, ai danni dell'area Ip di via Dell'Abate

LECCE – Per provarci, ci ha provato. Quel giovane non doveva però essere particolarmente avvezzo alle logiche criminali e di sangue così freddo da affrontare un imprevisto con vigore. E' bastata, allora, una ferma reazione dell’addetto agli erogatori di carburante, che s’è messo a urlare, a farlo desistere. E la rapina, tentata peraltro in un orario piuttosto insolito (intorno alle 16,30) è rimasta lettera morta.

Le volanti di polizia stanno ora cercando il soggetto in questione, anche se almeno una cosa dovrebbe essergli riuscita bene: dileguarsi e far perdere le tracce, inghiottito fra il dedalo di vie a ridosso delle ultime case del quartiere Leuca e l'inizio del rione Castromediano. A chiamare gli agenti, proprio la vittima, che comunque non ha lasciato un solo centesimo al malvivente. Quest’ultimo dovrebbe essere molto giovane, forse nemmeno maggiorenne. Il benzinaio l’ha descritto come un ragazzo di 15 o 16 anni.

Anche lo scenario è stato piuttosto insolito, segno della totale improvvisazione. Il rapinatore mancato ha provato ad assaltare l’area carburanti Ip di via Dell’Abate, che confina con il forno “Quarta” e che si trova a poche decine di metri dall’unico passaggio a livello della città. Via dell’Abate è la cerniera fra Lecce e la già citata Castromediano, frazione di Cavallino. Ed è proprio in direzione di quest'ultimo rione che è stato visto fuggire il giovane.

A quell’ora il distributore aveva riaperto da poco, quindi probabilmente l’addetto non aveva nemmeno molti soldi in contanti con sé. Il ragazzo, con un coltellino in mano e un cappuccio sul volto per coprire i lineamenti, ha intimato di consegnare il denaro, ma le urla del benzinaio l’hanno intimidito.

Va detto che proprio quel punto, fra via dell’Abate e l’incrocio con via Leuca, è molto trafficato a ogni ora dle giorno e della notte e che vi sono diverse attività commerciali e persino una scuola. Nelle vicinanze, quasi di fronte, in via Raffaello Sanzio, sorge la media “Scipione Ammirato”. E nei paraggi vi erano anche diversi genitori, andati nel pomeriggio a recuperare i figli che studiano con l’orario a tempo pieno.

Insomma, troppo movimento, con il rischio di essere notato da molti. Alla fine, così com’era arrivato, a piedi, il giovane se n’è andato, a passo svelto. L’area dispone di videosorveglianza e i filmati potrebbero tornare utili per ulteriori dettagli sul soggetto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il benzinaio urla e il giovane rapinatore fugge a gambe levate e senza soldi

LeccePrima è in caricamento