Cronaca Via Cesare Battisti

Follia in centro: donna ferita con coltello al braccio per strapparle la borsetta

Una leccese di 49 anni aggredita non lontano da piazza Mazzini. Gli scippatori viaggiavano a bordo di uno scooter. L'intenzione era di tagliare i manici della borsa che aveva appena all'altezza del gomito, ma così facendo l'hanno colpita. Indagano gli agenti delle volanti di polizia

LECCE – Ferita al braccio destro con un’arma. Forse un coltello o un taglierino. Una vera e propria follia. E tutto questo solo per strapparle una borsa. Dentro, pochi spiccioli. Appena 30 euro. Non di più. La determinazione è stata tale da sfociare in violenza. Magari non è stato del tutto voluto, ma quella profonda ferita sul braccio ha trasformato un comune scippo (fatto di per sé già odioso) in una rapina cruenta. Tanto che la vittima, tremante e sotto choc, ha dovuto fare ricorso alle cure mediche. In ospedale le hanno suturato il taglio con diversi punti. 

Sono stati momenti di vero incubo quelli vissuti da una donna leccese di 49 anni. E in pieno centro, in un tiepido pomeriggio domenicale che tutto prometteva, tranne che quest’epilogo. Tale l’agitazione che la vittima è riuscita a proferire solo poche frasi al cospetto degli agenti di polizia che cercavano subito dettagli di rilievo per rintracciare i fuggitivi. Uno spavento che non dimenticherà facilmente.  

Si trovava in via Cesare Battisti, non lontano dall’incrocio con via Panareo, nei pressi della “Pasticceria Gabriel”, quando all’improvviso è sopraggiunto uno scooter alle sue spalle. La donna aveva una borsa a tracolla, non a tracolla, ma con i manici, e tramite questi era appesa all’altezza del gomito. Pericolosamente esposta verso la strada. Da non fare mai. 

Da quel momento in poi, ricordi sfumati. Una cosa è certa: su quel mezzo a due ruote erano in due e avevano i caschi. Pochi i particolari ulteriori, come il colore piuttosto scuro della pelle di almeno uno dei due giovani. Non ha capito, la 49enne, se fosse un ragazzo abbronzato o uno straniero di colore, quindi è uno dei particolari che dovrà essere verificato a fondo. In fin dei conti, tutto è durato lo spazio di pochi istanti. 

Ma la carnagione scura è un elemento che la donna ha notato e di cui ha riferito con sufficiente certezza, quando ha visto una mano spuntare all’improvviso per agguantare la borsa. E dato che ha opposto un’istintiva resistenza, è spuntata fuori anche una lama. Il malvivente alle spalle del conducente intendeva tagliare i manici, ma così facendo l’ha inevitabilmente ferita. 

Forse in aiuto alle indagini arriveranno le telecamere dei locali commerciali. Almeno, così si spera. Via Battisti, nell’area di piazza Mazzini, è disseminata di negozi, molti sono dotati di videosorveglianza, per questo motivo gli agenti delle volanti di polizia, che sul momento non sono riusciti a rintracciare i due, non disperano di riuscirvi nei prossimi giorni. Non è per nulla improbabile, infatti, che uno o più occhi elettronici abbiano ripreso il tragitto dei malviventi e che magari possa emergere qualche aspetto rilevante. Per esempio, un numero di targa.

La donna è stata aggredita poco prima delle 17 mentre stava camminando sul lato sinistro del marciapiede. I due, dopo averle strappato la borsa in quel modo piuttosto inusuale, sono subito fuggiti a tutto gas facendo perdere le tracce. La malcapitata ha proseguito per qualche altra decina di metri, cercando il soccorso di qualcuno, ed è arrivata dolorante in via Monte San Michele, nei pressi del cinema Antoniano gestito dalla comunità dei Frati Minori, accanto alla chiesa di Sant’Antonio a Fulgenzio.

E' qui che è stata soccorsa dai sanitari del 118 e sempre qui sono arrivati anche gli agenti di polizia delle volanti che hanno raccolto le prime, scarne informazioni, cercando di rintracciate i fuggitivi. La 49enne, nel frattempo, è stata trasportata presso il pronto soccorso dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, a bordo di un'ambulanza. E’ stata visitata da un chirurgo, che ha certificato come la ferita sia stata provocata da un’arma da taglio. Le condizioni non sono gravi, la prognosi è di dieci giorni, ma la paura resterà a lungo nei ricordi, forse più del dolore per la ferita. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Follia in centro: donna ferita con coltello al braccio per strapparle la borsetta

LeccePrima è in caricamento