Il mesto ritorno a casa dopo il ritrovamento dei bimbi morti nel terremoto in Albania

Il nucleo cinofilo dei vigili del fuoco, con Yuma e Mickey, ha dato il contributo nell'individuazione di punti in cui, purtroppo, ormai non c'era più nulla da fare

Macerie a Durazzo.

LECCE – Per i vigili del fuoco del nucleo cinofilo di Lecce è un mesto ritorno a casa, quello di oggi, da Durazzo. I due fedeli cani, Yuma e Mickey, hanno fatto il loro dovere, come sempre, alla grande. Purtroppo, il loro fiuto non è servito a salvare vite umane.

Dalle macerie dei palazzi in un’Albania sconquassata da un terremoto di 6.5 gradi, seguito da altre scosse telluriche di assestamento meno violente, ma che hanno continuato a mettere a dura prova i nervi di una popolazione già duramente colpita, non sono stati estratti sopravvissuti. Quarantanove i morti, oltre 600 i feriti. Questo il bilancio che, si teme, ancora provvisorio, considerando chi ancora è ritenuto disperso e chi è ricoverato negli ospedali in gravi condizioni.       

Video | Il nucleo cinofilo in azione fra le macerie

I cinofili leccesi, peraltro, sono stati fra coloro che, a Durazzo, hanno dovuto fare i conti con una vicenda che ha spezzato i cuori anche dei più provati soccorritori: il ritrovamento sotto una villetta devastata dall’onda sismica dei corpi di due gemellini di 1 anno, del fratellino di 4 e della loro mamma.  

Il nucleo cinofilo leccese ha lavorato sia con i colleghi salentini della sezione operativa, già distaccati in Albania poche ore dopo il sisma, sia con i colleghi dell’Usar (Urbn search and rescue) di Toscana e Lazio. I cani hanno fornito indicazioni in punti particolari, per chi è abituato a leggere i loro messaggi del corpo, ovvero, proprio laddove si è poi provveduto a scavare, recuperando i corpi.  

I cani addestrati dai vigili del fuoco, va spiegato, non ritrovano cadaveri, ma persone ancora in vita. I loro conduttori, però, con cui s’instaura una vera e propria simbiosi, sanno interpretare determinati segnali d’interessamento. E i cani hanno individuato delle aree precise fra i relitti dove poi, purtroppo, è avvenuto il recupero delle salme.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

WhatsApp Image 2019-11-29 at 07.28.10-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragica alba, podista viene travolto da un furgone: morto sul colpo

  • Ladri nell’alloggio della caserma, rubata pistola d’ordinanza con caricatore

  • “Vai a casa mia e sposta tutto”. Ma vedono il messaggio e trovano la droga

  • Palpeggia ragazza, inseguito dal padre perde il cellulare. E viene identificato

  • Colpo in testa e via con i soldi: portiere dell’hotel aggredito per rapina

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento