“Usura di Stato uccide una rata alla volta”, tre cartelli contro il sistema Equitalia

Ignoti hanno preso di mira la sede leccese della società società di riscossione tributi, in via Di Pettorano, poco prima delle 11 di questa mattina. I cartelloni sono stati poi rimossi in tarda mattinata. Intervenuti gli agenti delle volanti

La sede di Equitalia, in via Di Pettorano.

LECCE – Hanno preso di mira la sede leccese di Equitalia, in via Di Pettorano, poco prima delle 11 di questa mattina, riconducendo alla società di riscossione tributi la causa delle gravi difficoltà economiche e sociali in cui versano migliaia di famiglie, le stesse che non riescono ad arrivare alla fine del mese. Peggio, poi, se alla crisi economica e occupazione si aggiunge l’inaspettata, e amarissima, bolletta di Equitalia.

Tre i cartelli, grandi circa 60 centimetri per 50 centimetri, apposti da ignoti proprio davanti l’ingresso: il primo riportava la scritta “Datevi all’equitazione”, mentre sul secondo c’era scritto “Usura di Stato uccide una rata alla volta”.

Infine il terzo cartello riportava “Le vittime di Equitalia”, con una serie di nomi a seguire. Gli autori, poco dopo avere collocato i cartelli nei pressi della società di riscossione, si sono allontanati. Sul posto sono intervenuti gli agenti delle volanti. In tarda mattinata i cartelloni sono stati rimossi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fanno sesso, poi diffonde i video e affigge immagini: revenge porn, incastrato

  • “L’eredità”, il concorrente leccese batte il record di puntate da vincitore

  • Mauro Romano, chiuse le indagini sull’ex barbiere: sequestro di persona

  • Rapine con autovetture rubate anche durante il lockdown: in tre agli arresti

  • Travolto con il furgone, amputata parte della gamba destra del 38enne

  • La lite degenera: spunta pistola a salve, investito con violenza con l’auto

Torna su
LeccePrima è in caricamento