Cronaca

Droga e soldi infilati nel piede del letto, svelato il nascondiglio segreto

I carabinieri hanno arrestato un 42enne dopo un servizio mirato. Aveva eroina, hashish e oltre 1.500 euro, ma c'è voluta un'intuizione per capire dove fosse il grosso

Foto di repertorio.

LECCE – Tanto più serrati si fanno controlli, tanto più ingegnosi si fanno i nascondigli. E mai come questa volta deve essere stata necessaria un’intuizione per capire dove fossero nascosti la droga e il grosso dei soldi: era tutto infilato nel piede della rete del letto. Svitando il tappo di plastica, ecco la sorpresa. E così, per Silvio Fanghella, 42enne di Lecce, non c’è stato più scampo. Fino a quel momento era rimasto quasi in silenzio, limitandosi a negare più e più volte di avere stupefacenti, pur tradendo quel nervosismo che per un carabiniere è sintomatico dell’esatto contrario.    

L’arresto è avvenuto nel corso di un servizio mirato dei militari della Sezione radiomobile di Lecce nel rione San Pio. Avevano puntato da diverso tempo gli occhi su Fanghella e per questo ne stavano osservando i movimenti con discrezione. Ieri, dunque, devono aver ritenuto di essere al punto di svolta e così hanno deciso di fermarlo, subito dopo essere uscito da casa, essersi messo alla guida della sua Chevrolet Spark, aver percorso un breve tratto, fino a via Taranto, per caricare un altro soggetto a bordo, e riprendere la marcia. Durata lo spazio di pochi istanti, perché a quel punto si sono materializzati i carabinieri.

ARRESTO PER DROGA CC LECCE-2

Fanghella e il suo conoscente sono stati perquisiti. Nessuno dei due aveva nulla di sospetto. Solo il 42enne, nel portafogli, custodiva una trentina di euro, che non voleva dire assolutamente nulla. Già, però l’irrequietezza manifestata ha indotto i militari ad andare più a fondo. Così, hanno deciso di fare una “visita” a domicilio e iniziare una perquisizione. E anche dopo che da dietro un televisore appesa al muro della stanza da letto è spuntato pezzetto di eroina (0,70 grammi), sembra che l’uomo abbia continuato a negare di avere altro.

Così, l’ispezione è proseguita e, dopo aver scovato 400 euro nel comodino, svitando il tappo di un piede del letto, i carabinieri hanno fatto bingo. Lì, infatti, c’erano altri tre involucri contenenti eroina. Due erano piccoli, da appena 1 e 2 grammi. Il terzo, molto più voluminoso, avvolgeva un pezzo da poco più di 49 grammi. E non solo. Sempre nella gamba del letto c’erano anche hashish per 22 grammi e ben 1.100 euro in banconote di vari tagli, arrotolate. Sotto sequestro è finito anche un bilancino di precisione, nascosto dietro un cassetto dell’armadio. Avvisato dell’esito del controllo il pubblico ministero di turno, Maria Vallefuoco, Fanghella è stato dichiarato in arresto e sottoposto alla misura dei domiciliari. L’uomo è difeso dall’avvocato Cristiano Solinas.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga e soldi infilati nel piede del letto, svelato il nascondiglio segreto

LeccePrima è in caricamento