Cronaca

Citato in Tribunale, evade dai domiciliari e va a ubriacarsi

Di nuovo nei guai il 28enne indiano già in arresto per il furto dentro il bar e ristorante "Alex" di qualche notte addietro. Gli agenti delle volanti l'hanno rintracciato a spasso in città

LECCE – Doveva trovarsi ai domiciliari, ma se n’è andato tranquillamente a spasso per tutta la notte, ubriacandosi. A parte il reato di evasione, di certo non era nelle condizioni ideali per affrontare l’udienza di convalida dopo un arresto.

Bhagwana Ram Didariya, 28enne indiano, residente a Lecce, era stato protagonista qualche notte prima di un furto ai danni dei suoi ex datori di lavoro. Entrato di soppiatto nel bar e ristorante “Alex”, nell'edificio che ospita il Circolo Tennis di Lecce, proprio nei pressi di Porta Napoli, per arraffare denaro e qualche altro oggetto (bottiglie di alcolici, soprattutto) era stato bloccato da carabinieri e polizia.

Posto ai domiciliari e citato, dunque, presso il Tribunale di Lecce, all’appuntamento non si è presentato.

E’ così scattato un controllo presso il suo domicilio, ma gli agenti di una volante della questura, non solo hanno riscontrato la sua assenza, ma, domandando in giro, sono riusciti anche a sapere che il 28enne era rientrato in casa alle prime ore dell’alba, completamente ubriaco e facendo tanto di quel chiasso, da arrecare disturbo a tutto il vicinato.

I poliziotti hanno così iniziato a perlustrare Lecce, in particolare quelle zone dove più spesso si ritrovano le comunità straniere. E alla fine, sono riusciti a rintracciarlo e deferito all’autorità giudiziaria. E ora di imputazioni ne ha due. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Citato in Tribunale, evade dai domiciliari e va a ubriacarsi

LeccePrima è in caricamento