Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca

Weekend infernale: roghi ovunque nelle campagne, fumo e strade bloccate

Mentre prosegue la bonifica in località Alimini, altrove continuano a divampare incendi. Fra sabato e domenica decine di interventi, fra cui alcuni intorno alla cinta di Lecce, verso Roca e nei dintorni di Porto Badisco

L'incendio di ieri sulla Lecce-Maglie.

LECCE – Mentre nella zona intorno ai Laghi Alimini di Otranto continuano le operazioni di bonifica, dopo il maxi-incendio imperversato oltre tre giorni che vigili del fuoco e protezione civile sono riusciti a contenere sfruttando al massimo la potenza della flotta aerea Aib e avvicendandosi sul posto con squadre via terra, il fenomeno dei roghi non accenna a placarsi.

Anche in questa rovente domenica di luglio, con temperature che hanno di gran lunga superato i 30 gradi - come da previsioni - la situazione è stata da bollino rosso per una serie di incendi sviluppatisi su tutto il territorio provinciale, da nord a sud del Salento, al punto che intorno alle 17 non c’era quasi più nessuno nelle caserme dei vigili del fuoco, tanto nel comando provinciale di Lecce, quanto nei distaccamenti: tutti con i mezzi in dotazione, impegnati a fronteggiare fiamme nelle campagne.

Fra i principali incendi divampati nella giornata, uno nella zona di Surano, ma anche un altro che ha colpito sterpaglie presso Roca (marina di Melendugno), non lontano dalla nota Grotta della Poesia, fra i simboli naturalistici del Salento. A questi, aggiungasi uno particolarmente vasto alla periferia del capoluogo: ha provocato fumo in carreggiata lungo la tangenziale ovest, nei pressi dello svincolo per Novoli, e si è esteso fino alla strada provinciale 4 che collega Lecce alla frazione di Villa Convento, attecchendo su una porzione interna talmente vasta da arrivare fino a via Vecchia Carmiano, all’altezza dell’abitato di Monteroni di Lecce.

Il rogo ha generato ripercussioni sulla circolazione stradale, tanto che polizia locale e stradale hanno momentaneamente bloccato il transito in entrambe le direzioni. In supporto ai vigili del fuoco, anche squadre della protezione civile.

Ieri non è andata meglio. Un vasto incendio si è originato ai margini del tratto finale della strada statale, in direzione di Lecce, all’altezza dell’uscita per via Piero della Francesca (cui fa riferimento la foto), con rallentamenti alla circolazione stradale per fumo in carreggiata. Mentre un altro rogo non di poco conto è scoppiato sempre verso Otranto, nei pressi di Porto Badisco e, in particolare, nelle vicinanze della Grotta dei Cervi, famosa nel mondo per i pittogrammi risalenti all’età neolitica.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Weekend infernale: roghi ovunque nelle campagne, fumo e strade bloccate

LeccePrima è in caricamento