menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rave nelle campagne, furti e truffe: il questore emette diciassette fogli di via

I provvedimenti a carico di soggetti socialmente pericolosi provenienti da fuori provincia. Per altri dieci, locali, l'ammonimento

LECCE – Protagonisti (in negativo) delle cronache locali, diversi anche finiti in arresto nei mesi scorsi e ora destinatari di fogli di via obbligatori. Sono diciassette i provvedimenti emessi in queste settimane dal questore di Lecce, Andrea Valentino, a carico di soggetti ritenuti socialmente pericolosi. Misure di prevenzione che riguardano persone provenienti da altri centri, sorprese a commettere reati nei comuni della provincia di Lecce.

Fra i vari, vi sono quattro foggiani specializzati in furti presso esercizi commerciali, di cui si è parlato abbastanza di recente, alla fine di ottobre, dopo indagini dei carabinieri in seguito a un maxi-furto di profumi per un valore di 14mila euro. Fra gli altri, poi, risultano anche un ladro d’auto, due lituani provenienti da Bari, arrestati nel settembre scorso per un tentativo di furto in appartamento, tre siciliani dediti alle cosiddette truffe dello specchietto (specie ad automobilisti anziani), un soggetto trovato in possesso di una cospicua somma di denaro provento di attività di spaccio di sostanze stupefacenti e un altro autore di reati contro la persona. 

Non sono. Spiccano anche quattro tarantini e un brindisino, tutti noti alle forze dell’ordine anche per reati riguardanti le sostanze stupefacenti, che, in piena emergenza epidemiologica, avevano organizzato un rave party, invadendo abusivamente un terreno agricolo privato nella zona di Acaya (frazione di Vernole) non lontano dall’aeroporto Lecce-Lepore. Evento al quale avevano preso parte un centinaio di persone.  

Sono stati emessi, inoltre, nei confronti di altri dieci residenti in provincia, altrettanti provvedimenti di avviso orale, soggetti ammoniti dal questore a tenere una condotta conforme alla legge, pena la possibilità di essere proposti al Tribunale, per l’applicazione di più stringenti misure di prevenzione personale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento