menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In strada verso Lecce con quintali di fuochi d'artificio, corriere bloccato

I poliziotti del Nucleo interregionale artificieri di Bari hanno individuato un 48enne campano. Scoperto l'itinerario, è stato bloccato in provincia di Brindisi. La merce destinata ad Avellino, Bitritto, Latiano e capoluogo salentino

BRINDISI – Viaggiava a bordo di una sorta di polveriera. Già, perché, senza alcuna autorizzazione, era pronto a recapitare direttamente a domicilio 70 quintali di fuochi d’artificio. Partendo dalla Campania e attraversando la Puglia, in più tappe, con destinazione finale Lecce. Dove c’era ad attenderlo uno dei vari clienti che quella merce esplosiva non la vedrà mai.

I fuochi d’artificio, infatti, sono stati requisiti su input dei poliziotti del Nucleo interregionale artificieri di Bari che, dopo un’attività informativa, si sono messi sulle tracce di un pregiudicato 48enne, campano, incaricato di svolgere le consegne di quei 70 quintali di prodotti esplodenti, ritirati da una ditta con sede in provincia di Caserta. Erano destinati a quattro clienti disseminati fra Avellino, Bitritto (provincia di Bari), Latiano (provincia di Brindisi) e, appunto, Lecce.  

Peccato che il corriere non sia riuscito a portare a termine una parte delle consegne. Una volta individuato il furgone su cui viaggiava, un Fiat Ducato, i poliziotti hanno subito contattato i colleghi della questura di Brindisi che sono riusciti a rintracciare il mezzo mentre era in transito sulla strada statale 16. Fermato e controllato, una volta appurato cosa trasportasse, il 48enne è stato denunciato per detenzione abusiva di materiale esplodente. E quanto ancora non consegnato, stipato nel furgone, è finito sotto sequestro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid nel Salento: incidenza di nuovi casi in chiara ascesa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento