Ladri scatenati, tre case svuotate in un giorno: bottino da oltre 20mila euro

Due episodi nella zona di piazza Ludovico Ariosto nella mattinata. Il terzo, nel rione Kolbe, di sera. Portati via soldi e monili per un valore ingente

Foto di repertorio.

LECCE – Almeno due bande di ladri distinte, considerando sia le zone colpite, sia le modalità impiegate. Risultato finale: una giornata nera, quella di ieri, dal punto di vista dei furti nelle abitazioni. Almeno tre i colpi messi a segno a Lecce. Con un bottino che in un caso è stato davvero corposo. Si stima, infatti, che siano spariti oggetti di valore per circa 20mila euro. Insomma, mentre intorno impazza la psicosi per il coronavirus, nonostante nessun caso accertato, la vera emergenza è rappresentata da malviventi scatenati. Sì, perché i furti nelle case, a Lecce, sono stati diversi negli ultimi mesi.  E contro queste forme virali, non c'è mascherina o amuchina che tenga.

Due casi in zona Ariosto

Due episodi di sono registrati in vie e in orari piuttosto ravvicinati, nell’area intorno a piazza Ludovico Ariosto, il che fa ipotizzare che ad agire siano stati gli stessi individui. Il primo caso, in una palazzina di via Gabriele D’Annunzio. Qui, i ladri hanno preso di mira un appartamento al secondo piano. Vittima, un’anziana, che quando è rientrata in casa, verso le 10 del mattino, ha trovato tutto apparentemente in ordine. I ladri, che sono riusciti a entrare senza forzare la porta (cosa avvenuta di frequente, negli ultimi tempi, in città), hanno scovato soldi in contanti, per 3mila e 200 euro, che erano stati nascosti dentro una scatola, a sua volta riposta in un armadio.

Pressappoco nelle stesse ore - anche se la scoperta, stavolta, è avvenuta attorno alle 13,45 -, i ladri si sono indirizzati pure in un altro appartamento al terzo piano di uno stabile che sorge nella vicina via Francesco Milizia, riuscendo a infilarsi all’interno anche in questo caso senza forzare la serratura (ritrovata senza mandate) e rubando presumibilmente qualcosa, sebbene se il proprietario si sia riservato di fare un inventario più preciso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Terzo episodio in zona Kolbe

Caso molto diverso quello avvenuto in serata in periferia. La brutta scoperta, poco prima delle 20, in un palazzo di via Maranello, alle spalle di via Terni, nel rione Kolbe del quartiere Stadio. Ignoti, in questa circostanza, hanno usato metodi molto meno raffinati, rispetto ai ladri che hanno agito in zona Ariosto. Dopo aver letteralmente spaccato la serratura, infatti si sono introdotti in un appartamento all’ultimo piano di un palazzo e hanno messo a soqquadro tutte le stanze, fino a portare via monili e atri oggetti di valore per circa 20mila euro, secondo una prima stima. In tutti e tre i casi è intervenuta la polizia per le indagini, con le volanti e la scientifica per i rilievi.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragica alba, podista viene travolto da un furgone: morto sul colpo

  • Ladri nell’alloggio della caserma, rubata pistola d’ordinanza con caricatore

  • “Vai a casa mia e sposta tutto”. Ma vedono il messaggio e trovano la droga

  • Palpeggia ragazza, inseguito dal padre perde il cellulare. E viene identificato

  • Colpo in testa e via con i soldi: portiere dell’hotel aggredito per rapina

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento