Cronaca Centro / Via A. Costadura Colonnello

I ladri ritornano nel Pisco Bar, via con i soldi. Furti tentati anche in appartamenti

A Cutrofiano per la seconda volta in un mese ignoti hanno saccheggiato di notte le slot-machine, portando via 2mila e 20 euro in monete. A Lecce, invece, i topo d'appartamento stanno battendo le starde intorno a via Gabriele D'Annunzio, non lontano dal tribunale, ma con risultati variabili

Polizia in via Serafino Elmo, sabato scorso.

LECCE – Specie mai in via d’estinzione, quella dei piccoli topi d’appartamento continua piuttosto a brulicare in città, anche se non sempre le cose vanno come sperato. Dediti a colpi facili, mordi e fuggi, qualche volta i malfattori finiscono, però, per ricavarne poco e niente.

Resta il piccolo dramma intimo del cittadino che si trova a fare i conti con porte scardinate, vetri in frantumi, cassetti a soqquadro e qualche volta oggetti di valore, soprattutto affettivo, spariti chissà dove. E attenzione anche e soprattutto alle fette di città in cui si concentrano i ladri. Tra la fine dell’estate e i primi giorni del nuovo anno, ne hanno combinate di cotte e di crude soprattutto in zona San Guido e nella vicina Castromediano. Ma l’attenzione, ora, sembra che si stia spostando altrove, come attestato da alcune segnalazioni recenti.

Se il 13 gennaio, infatti, ignoti si sono introdotti all’interno di una palazzina all’angolo fra via Giovanni Boccaccio e via Gabriele D’Annunzio, rubando diversa argenteria, pochi giorni dopo ci hanno riprovato nella stessa identica zona, spostandosi verso altre vie laterali. Con risultati variabili. L’area è quella esattamente al confine fra i quartieri Santa Rosa e Centro, non lontano dal tribunale. 

Volanti di polizia sono intervenute due volte nello stesso giorno (sabato 18), ma in orari molto diversi, per segnalazioni provenienti da due vie che corrono esattamente parallele, entrambe confluenti da una parte nella già citata via D’Annunzio e dall’altra su via 4 Novembre,  che costeggia il muro di cinta della caserma che un tempo ospitava centro documentale e distretto militare dell’esercito.

La prima è giunta nella tarda mattinata da via Serafino Elmo, dove una donna, residente al quarto piano di una palazzina, ha notato la porta dell’appartamento di fronte aperta. Il sopralluogo non ha evidenziato nulla di particolare, però, tanto più che quel portone sarebbe stato nel frattempo richiuso. Di fatto, si tratta di un’abitazione disabitata. La sensazione (al momento, pura ipotesi), è però che qualcuno possa aver aperto l’uscio con la classica tecnica della scheda magnetica, per poi subito andare via accorgendosi di trovarsi in un ambiente spoglio.

E che si tratti di un furto tentato potrebbe essere avvalorato dal fatto che quella stessa sera, intorno alle 19 nell’attigua via Pietro Micheli, il proprietario di un’altra abitazione che si affaccia al pian terreno, rientrando ha trovato diverse stanze sottosopra. Cassetti aperti, armadi spalancati. I ladri sono quindi sicuramente entrati, forzando l’ingresso, ma probabilmente non hanno trovato quello che speravano. Sembra che non sia stato portato via nulla di valore. A qualcuno, però, le cose vanno anche peggio, come successo ieri sera alla periferia di Lecce, dove un presunto ladro è stato fermato e denunciato dalla polizia (ne riferiamo a parte, Ndr).

E’ sicuramente riuscito, invece, il furto nel Pisco bar di via Aradeo, a Cutrofiano. E’ il secondo nel giro di un mese che il titolare subisce, perché già a metà dicembre è stato costretto a fare conti con malviventi lesti a sottrarre i soldi delle slot-machine presenti all’interno. Lo stesso identico “colpo”, nelle modalità, è stato ripetuto nella notte di lunedì.

La scoperta è avvenuta solo al momento della riapertura, all’alba. Ignoti, ancora una volta, hanno forzato l’ingresso e sono entrati per saccheggiare il contenuto in denaro dei cinque videogiochi presenti all’interno. La denuncia è stata presentata presso la stazione dei carabinieri. I malviventi hanno portato via 2mila e 200 euro in monete. Nell'episodio precedente hanno rubato anche diverse bottiglie di liquore. In questo caso hanno preso soltanto i soldi. Il danno non è assicurato.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I ladri ritornano nel Pisco Bar, via con i soldi. Furti tentati anche in appartamenti

LeccePrima è in caricamento