Santa Rosa, notte di furti in pasticceria e dentro Eurobet con il buco

Due colpi quasi nelle stesse ore un unico rione e in vie a breve distanza fra loro, ma con tecniche e risultati molto diversi. Pochi euro in un caso, diverse migliaia nell'altro. Indaga la polizia

LECCE – Molto diversi gli obiettivi, soprattutto molto diversa la tecnica. In un caso, semplicemente spalancata una serranda. Nell’altro perforata una parete. E’ possibile che gli autori dei colpi non siano gli stessi soggetti ma che, per una curiosa coincidenza, pressappoco nelle medesime ore, ladri differenti abbiano agito quasi a gomito a gomito, in una manciata di vie di un unico rione leccese, Santa Rosa. E con risultati molto diversi. Non più di 4 o 5 euro hanno racimolato gli uni, circa 2mila euro hanno portato via gli altri.

La notte dei furti è iniziata intorno alle 4 del mattino. O meglio, a quell’ora è avvenuta la prima scoperta. In realtà, è impossibile al momento stabilire un ordine cronologico preciso. Sta di fatto che, recandosi ad aprire la saracinesca, i titolari della pasticceria “Civitale” di via Giammatteo, l’hanno trovata già sollevata. Qualcuno li ha anticipati, riuscendo a entrare senza apparente segno di scasso, ma racimolando un bottino che a stento potrà permettergli di acquistare un pacco di sigarette: non più di 5 euro in monete. Non c’era di più in cassa e non sembra che sia sparito altro.

Molto diversamente è andata a poche centinaia di metri, in via Mincio, dove, verso l’alba, s’è scoperto che ignoti, in un momento imprecisato della notte, sono riusciti a penetrare all’interno della sala scommesse “Eurobet”. Come abbiano fatto, è presto detto. Prima hanno forzato la serranda di un accesso laterale di un supermercato (l’ingresso principale è rivolto sull’attigua via Archita da Taranto), poi, da qui, hanno spaccato una porzione dela parete confinante con il centro scommesse, usando qualche attrezzo. I malviventi hanno praticando un foro abbastanza ampio perché potesse entrarvi un uomo di corporatura esile.

L’allarme, a quanto pare, non è entrato in funzione o è stato disattivato in qualche modo e i malviventi sono riusciti in questo modo a rubare diversi 2mila euro in contanti da cinque delle nove macchinette presenti, dopo aver perlustrato vari ambienti. Rispetto ad altre circostanze del passato, in cui lo stesso locale ha subito rapine “mordi e fuggi”, quello di oggi è apparso un atto studiato in ogni dettaglio e quindi pianificato per tempo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sul posto si sono diretti gli agenti di polizia delle volanti. Le indagini su entrambi gli episodi sono affidati alla questura. Nel caso di "Eurobet", la speranza degli investigatori è di poter rilevare elementi utili dalle videocamere di sorveglianza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento