menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Siamo qui per pregare". Ma vanno in sagrestia e rubano i soldi delle offerte

Due giovani stranieri hanno aggirato l'ostacolo del biglietto con una banale scusa. Portati via 220 euro dentro Santa Croce

LECCE – Il furto è andato liscio come l’olio. Contando soprattutto su un fattore: la ressa di questi giorni, in cui Lecce è invasa di turisti e visitatori che si accalcano nel centro storico, desiderosi di visitare i monumenti più interessanti, di cui fiore all’occhiello sono le chiese dai volti barocchi.

E così, in un momento in cui una donna addetta a staccare i biglietti per l’ingesso a Santa Croce, gioiello fresco di restauro, era alle prese con un folto gruppo, in due ne hanno approfittato per spacciarsi per fedeli interessati a entrare solo e soltanto per un momento di raccoglimento. Si sa, è questa la discriminante da quando è iniziato il nuovo corso voluto dalla Curia: ingresso a pagamento per i visitatori, gratis per i fedeli desiderosi di recarsi in preghiera.

Se i due fossero davvero cattolici o meno, forse non si saprà mai. Ma, di certo, almeno in quel m momento, non erano interessati assolutamente a fare il segno della croce e mettersi a recitare qualche ave Maria. Descritti come due giovani uomini, fra i 25 e i 30 anni, stranieri di qualche paese dell’Est, una volta varcata la fastosa soglia, hanno dribblato gli scranni e si sono infilati in sagrestia, forzando una porta a vetri e, poi un cassetto, per prelevare 220 euro. Erano i soldi delle 0fferte raccolti in quei giorni.

A quel punto, la fuga. A passo svelto, in mezzo alle navate. Tanto svelto che il parroco, presente in quel momento, e il resto del personale, hanno intuito subito ne avessero combinata qualcuna. Ma i due sono riusciti comunque a passare e svignarsela. Colti di sorpresa e forse preoccupati per una possibile reazione violenta, i presenti hanno fatto spazio.

Tutto questo è avvenuto ieri pomeriggio, attorno alle 17,30. Poco dopo, sul posto sono arrivate le volanti di polizia per un primo sopralluogo. Raccolte la descrizioni, hanno avviato alcune ricerche, ma dei due ladruncoli, nessuna traccia. Questa mattina, poi, è tornata la squadra mobile per recuperare le immagini di videosorveglianza. Si spera che possano aiutare a individuare i due responsabili.   

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento