Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca Leuca / Via Nacci Mario

I "ladri acrobati" fanno buca, scappano abbandonando corda e piede di porco

Sorpresi nel vivo dalla proprietaria di un'abitazione di via Mario Nacci mentre si stavano calando dall'alto, due malviventi sono fuggiti abbandonando gli attrezzi da "lavoro". Sul posto sono intervenute le volanti di polizia. In quella strada era già avvenuto un furto dodici giorni addietro

Foto di repertorio.

LECCE – Stessa strada, dodici giorni dopo. In via Mario Nacci i ladri (chissà se gli stessi o loro emuli) sono tornati nel tardo pomeriggio di oggi dopo quella domenica del 10 novembre scorso in cui sono riusciti a raggranellare qualche prezioso. Solo che questa volta gli è andata buca: colti sul fatto dalla proprietaria di casa, sono stati costretti a battere in ritirata a gambe levate.

Per i due manigoldi deve essere stata una vera e propria sorpresa, di quelle che hanno il sapore della beffa. E’ evidente, infatti, da alcuni dettagli, che non si aspettavano potesse esserci qualcuno nell'abitazione presa di mira. Tanta la paura di finire nei guai, infatti, che sono scappati abbandonando gli attrezzi da “lavoro” sul posto: una corda e un piede di porco. Tutto sottoposto a sequestro. Gli oggetti saranno analizzati dagli specialisti della scientifica della questura leccese.

Come i due stessero cercando di entrare, è presto detto. I ladri “acrobati” stavano usando la fune per calarsi dal tetto della palazzina all’interno del cortile della proprietà. E c’erano quasi riusciti, tanto da aver anche iniziato a forzare la tapparella, quando qualcosa li ha immobilizzati: all’improvviso, quella che fino al fatidico momento era stata una stanza avvolta dalla penombra, è stata rischiarata dal bagliore di una lampadina.

La padrona di casa, infatti, ha sentito rumori sospetti, è entrata nella camera dalla quale i due stavano cercando di accedere di soppiatto e se li è ritrovati praticamente davanti. A quel punto, i ladri non hanno potuto fare altro che scappare, abbandonando corda e piede di porco. Sul posto, per i primi rilievi, sono giunti gli agenti delle volanti di polizia.

Se via Mario Nacci sembra essere particolarmente amata dai malviventi, almeno nelle ultime settimane, in linea generale i confinanti rioni San  Guido di Lecce e Castromediano di Cavallino non possono dirsi del tutto tranquilli. Tanti i furti riusciti o anche solo tentati in queste popolose zone alla periferia di Lecce.

Le vecchie abitazioni di quest’area, quasi sempre palazzine basse, di uno o due piani, magari con finestre che si affacciano sulle vie o portoni altrettanto vetusti e poco resistenti, possono fare gola ai malintenzionati. Occhio dunque agli individui sospetti. Contrariamente al luogo comune che vuole il ladro agire nottetempo, il più delle volte i furti si registrano a metà della mattinata o del pomeriggio, quando i più sono occupati fuori di casa per lavoro o spese.          

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I "ladri acrobati" fanno buca, scappano abbandonando corda e piede di porco

LeccePrima è in caricamento