Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca

lecce in lutto. "sergio per sempre nel nostro pallone"

La salma del giornalista Sergio Vantaggiato, tragicamente scomparso in Francia, è rientrata a Lecce. La camera ardente, allestita negli studi di "Piazza Giallorossa", visitata da centinaia di persone

E' finalmente rientrata questa mattina in Italia, dopo un estenuante iter burocratico, la salma di Sergio Vantaggiato, il giornalista sportivo di TeleRama tragicamente scomparso nei giorni scorsi a Parigi in seguito alle conseguenze di una rovinosa caduta dalle scale di una stazione della metropolitana, spinto da uno scippatore al momento sconosciuto, anche a causa di un "buco" del sistema di video-sorveglianza (per gli articoli principali sul caso: https://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=3168 e https://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=3192). La salma è stata accolta prima nella casa della madre, nella vicina Monteroni e poi trasportata nella camera ardente allestita presso la zona industriale di Lecce, negli studi di "Piazza Giallorossa", la trasmissione che lo sfortunato giornalista ha condotto con grande professionalità per anni e che l'ha reso popolare e molto amato dagli sportivi di tutto il Salento. Il cordoglio ed il dolore stanno ora prendendo il posto della rabbia che è montata subito dopo all'episodio, una rabbia frustrante dovuta proprio all'assurdo epilogo di un comune borseggio e per le grandi difficoltà nel reperire informazioni utili all'arresto dell'aggressore e del suo eventuale complice.

Tutta la provincia di Lecce si sta dunque stringendo in queste ore attorno alla famiglia di Sergio Vantaggiato, per l'ultimo saluto alla voce principale di "Corner", il format sportivo da lui ideato e che rappresenta l'attesa coda di chiusura del telegiornale. In rigoroso silenzio, in tanti si sono già avvicendati negli studi dell'emittente televisiva, per un saluto discreto alla salma, vegliata dai parenti più stretti. E all'esterno degli studi, accanto ai più tradizionali manifesti, sono stati affissi anche alcuni striscioni da parte di tifosi. Come quello che recita: "Sergio per sempre nel nostro pallone", con l'ultima parola evidenziata in rosso, quasi rappresentasse un cuore. Un giovane tifoso leccese residente al Nord, prima di ritornare in Lombardia, ha voluto lasciare la sua maglietta ultras sul feretro, con una dedica speciale.

Ma anche sui siti web dei tifosi salentini continuano ad arrivare decine e decine di messaggi di cordoglio. Sui forum dello storico https://www.leccecalcio.net e di https://www.wlecce.it, fra i più cliccati dai tifosi del Lecce, si avvicendando messaggi d'ogni tipo, dalle richieste di intitolazione dello stadio a Sergio, a dediche personali all'uomo e sportivo. E anche sul sito ufficiale del Frosinone (https://www.frosinonecalcio.com), primo avversario del Lecce nell'imminente campionato di serie B, è apparso un messaggio di cordoglio. Per i funerali di domani, alle 17 in Duomo, che segneranno l'ultimo saluto, si attende una folla numerosa.


E intanto, sul fronte delle indagini, ancora non vi sono novità di rilievo, rispetto a quanto già abbondantemente riportato dalle televisioni locali. La polizia della brigata criminale francese, che si occupa del caso (l'ipotesi di reato per la magistratura è quella di omicidio preterintenzionale) è stata sollecitata da Antonio Vantaggiato, fratello di Sergio, ad ascoltare un possibile testimone, un ambulante che gli è parso di aver visto in quei tragici istanti, mentre ritornava indietro con il figlio del giornalista, Martino, di 8 anni, a cercarlo all'ingresso della stazione del metrò di Bir Hakeim (dove poi l'avrebbe rinvenuto a terra, privo di conoscenza). Al vaglio anche la testimonianza che vuole rendere spontaneamente un medico tedesco, che potrebbe aver visto qualcosa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

lecce in lutto. "sergio per sempre nel nostro pallone"

LeccePrima è in caricamento