Bottiglia con benzina e dà fuoco all'auto: notte di paura in periferia

Caccia al piromane, immortalato dalle videocamere nella zona più esterna di via Potenza, a Lecce. Il rogo spento dai vigili del fuoco, le indagini dei carabinieri

LECCE – Il boato ha svegliato una coppia, marito e moglie, che abita nelle vicinanze. Erano circa le 2. E da quel momento in poi, dopo la chiamata al 115, numero per le emergenze dei vigili del fuoco, è stata una notte insonne per molti residenti di via Potenza, a Lecce, sconcertati dal fatto che per due volte in poche settimane siano andate in fiamme delle autovetture. Risale appena all’11 ottobre scorso, infatti, l’incendio di una Fiat 500 L. Ora, un nuovo episodio, che non sembra aver alcun legame con il precedente e che, forse, potrebbe avere presto anche il nome di un colpevole. Sì, perché un soggetto è stato immortalato da una videocamera presente nelle vicinanze e ora sono al lavoro i carabinieri.

Ad andare quasi completamente distrutta – di fatto, è ormai inservibile – è stata questa volta una Jeep Compass Limited di una donna sulla quarantina che lavora in banca e risiede in zona. La vettura era parcheggiata sul margine destro, nei pressi di un’area di campagna, rispetto ai nuovi residence sorti negli ultimi anni in via Potenza, nell’area più esterna del rione San Sabino del quartiere Stadio. Quando le fiamme hanno attecchito sull’auto e si sono fatte largo all’interno dell’abitacolo, come effetto ulteriore s’è avuto lo scoppio degli airbag, il quale ha provocato il forte rumore avvertito dalla coppia che ha portato alla scoperta dell’incendio e alla chiamata al numero d’emergenza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Oltre ai vigili del fuoco, che hanno spento il rogo, sul posto è giunta una gazzella dei carabinieri della sezione radiomobile. E, verificando in zona, vigili e militari hanno scoperto l’esistenza di una videocamera privata, con immagini di buona qualità, che fugano ogni dubbio sull’origine di tutto. Si nota, infatti, un uomo arrivare pochi minuti prima a piedi, con uno zainetto, da cui ne estrae un recipiente colmo di benzina. Cosparsa l’auto di liquido infiammabile, ecco poi svilupparsi l’incendio. E adesso, è caccia aperta al piromane. Che abbia le ore contate?

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ritrovato senza vita il corpo del sub: si era immerso per una battuta di pesca

  • Con una molletta da bucato si "liberava" della droga: scoperto e arrestato

  • Cerca di riparare l’antenna in casa dei suoceri, poi precipita dal tetto: muore un 60enne

  • Giovane leccese aggredisce a pugni e manda in ospedale militare barese

  • Non solo Covid, pronto soccorso preso d’assalto. Medici e infermieri stremati

  • In primavera tornano le formiche: come combattere l'invasione in casa

Torna su
LeccePrima è in caricamento