Paura in pieno centro: scoppia incendio, distrutto camper dei panini in piazza Libertini

Il rogo s'è sviluppato intorno alle 4 del mattino di fronte al palazzo delle Poste centrali. Sul luogo si sono recati una squadra di vigili del fuoco e i carabinieri. Ignote al momento le cause. L'attività era già chiusa quando sono divampate le fiamme. Danneggiata anche un'auto a Taviano

La parte anteriore del furgone.

LECCE – Paura nel pieno centro di Lecce per un incendio divampato intorno alle 4 del mattino. L’episodio si è verificato in piazza Giuseppe Libertini, proprio di fronte al palazzo delle Poste, nel punto in cui, di giorno, vengono collocate le bancarelle dei commercianti ambulanti.

Le fiamme hanno letteralmente avvolto un camper adibito a rivendita di hot-dog e bevande. Il mezzo ha subito danni notevoli, che verranno quantificati nelle prossime ore.

I proprietari avevano già chiuso l’attività, quando è scoppiato il rogo. Nonostante l’orario, considerando il luogo (non lontano da via Salvatore Trinchese e, quindi, dalle due piazze cittadine, Mazzini e Sant’Oronzo), il movimento è sempre frequente. E infatti sono stati alcuni passanti a notare il fumo e a chiamare i soccorsi.

Sul posto sono intervenuti una squadra dei vigili del fuoco del comando provinciale di viale Grassi e un pattuglia nel Nucleo operativo radiomobile dei carabinieri della compagnia di Lecce, che hanno bloccato l’accesso su via Felice Cavallotti ponendo la pattuglia di traverso, per agevolare le operazioni di spegnimento e impedire l’avvicinamento di altri veicoli nel momento di massimo pericolo. Da considerare che in questi casi il rischio maggiore è dovuto all’eventuale presenza di bombole di gas, in attività di questo tipo, che possono provocare ulteriori esplosioni.

Da stabilirsi, ovviamente, se si sia trattato di un fatto di natura accidentale o di un atto doloso. I proprietari, arrivati in piazza Libertini, sono apparsi visibilmente scossi per l’accaduto e si sono sciolti in lacrime. Qualche indicazione potrebbe eventualmente provenire dalle varie telecamere delle Poste. 

Sempre nella notte, inoltre, una Fiat 600, appartenente a una casalinga incensurata di Taviano, di 58 anni, è stata colpita da un incendio, per cause che ancora non si conoscono. Le fiamme sono divampate in via Benedetto Croce, dove la donna risiede, ma non hanno fortunatamente coinvolto ulteriori veicoli parcheggiati in zona. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento di Gallipoli per ripristinare la normalità e chiarire l'accaduto.

Sarebbero lievi i danni arrecati dal rogo al mezzo, per un valore ancora da quantificare. Il sopralluogo eseguito dai caschi rossi non ha fatto mergere tracce significative come contenitori sospetti  o liquido infiammabile lungo la via. Dell'episodio sono stati informati anche i carabinieri della stazione locale e della compagnia di Casarano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento