rotate-mobile
Cronaca

Fiamme intorno alla strada statale 101, bruciati 80 ettari di terreni

Particolarmente grosso l'incendio che ieri ha obbligato anche alla chiusura momentanea per il fumo che aveva invaso le corsie, con seri rischi per gli automobilisti

LECCE – Sono circa 80 gli ettari di terreno incolto, e in mezzo anche diversi alberi, andati a fuoco ieri pomeriggio intorno alla fascia del capoluogo, in uno dei soliti incendi di questo periodo e che ha comportato forti disagi per la circolazione, nel tratto iniziale della statale 101 e sulla tangenziale ovest, all’altezza dell’uscita 13B per Gallipoli.

Per fortuna, gli operatori scesi in campo in modo massiccio – vigili del fuoco supportati da quattro squadre di volontari della protezione civile – sono riusciti a circoscrivere le fiamme prima che interessassero gli edifici presenti lungo le complanari e che raggiungessero anche il bosco Buia, pineta nell’agro fra Lequile e San Cesario di Lecce.

I problemi più seri si sono registrati, dunque, sulle strade. Una coltre densa di fumo ha invaso la carreggiata della statale 101 nel tratto tra Lecce e Lequile e così si è dovuto procedere alla chiusura in entrambi i sensi di marcia, con personale Anas, un’auto di pattuglia dei carabinieri e due volanti di polizia. Per lo stesso motivo, la polizia locale ha proceduto alla chiusura dell’uscita per Gallipoli dalla tangenziale ovest, riaprendo poi al transito intorno alle 18.

L’incendio è stato giudicato sotto controllo introno alle 19 e le aree colpite in bonifica. L’intervento è stato chiuso verso le 22 di sera. Non si sono verificati danni a strutture, né vi sono state intossicazioni, ma chi si è trovato in transito nel momento in cui le corsie sono state invase dal fumo, può dire di aver trascorso momenti ben poco allegri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiamme intorno alla strada statale 101, bruciati 80 ettari di terreni

LeccePrima è in caricamento