Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca Piazza Napoli

Alba di tensione: speronano i carabinieri, forse tentavano un furto

Visti vicino all'ufficio postale di piazza Napoli in un'Alfa nera, sono stati tallonati a lungo. Uno riconosciuto e denunciato. E' un sorvegliato speciale. Complice incappucciato non identificato

LECCE – E’ vero che non si può fare un processo alle intenzioni. E’ pur vero che un’Alfa 156 nera, un uomo incappucciato nelle vicinanze e l’altro al volante che si scoprirà avere una sfilza di precedenti proprio per reati predatori (residenza nella zona di Surbo, di 43 anni), rappresentano un quadretto poco rassicurante. Specie se la scenografia sia quella della semiperiferia di Lecce alle prime luci dell’alba, in un luogo che pullula di attività commerciali.

Domenica mattina, ore 6,30 circa, piazza Napoli, slargo che si apre su via Roma. Sullo sfondo, in lontananza, lo stadio “Via del Mare”. Una segnalazione per movimenti sospetti e si avvicina una pattuglia del Norm dei carabinieri in servizio in quel momento sul territorio. L’Alfa si trova nei pressi dell’ufficio postale. Fuori, nelle vicinanze, c’è un individuo incappucciato che subito balza a bordo appena scorge i militari.    

L’auto di pattuglia non fa nemmeno in tempo a raggiungerli, che già l’Alfa riparte con uno scatto felino e la sperona per farsi largo. Danni alla carrozzeria, ma i carabinieri non si fermano. Ne nasce uno spericolato inseguimento, e per fortuna a quell’ora il traffico è inesistente, o si rischierebbe l’incidente. L’Alfa nera, però, sgattaiola rapida e riesce a seminare i militari a folli velocità. I due a bordo non hanno alcuna voglia di farsi fermare, ma i carabinieri hanno in mano una targa. E a volte bisogna essere fortunati. L’auto è “pulita”. Non è il classico provento di furto. E rimanda a un soggetto.

Non la ritrovano però lì, ma le ricerche proseguono sulla scorta delle conoscenze e così si arriva davanti all’abitazione di un suo parente, più che noto alle forze dell’ordine. Viene fermato e condotto in caserma nelle ore successive. Riconosciuto come il soggetto alla guida, per lui scatta il deferimento alla Procura di Lecce. E’ un sorvegliato speciale. E questo potrebbe implicare guai molto più seri nell’immediato futuro.

Resta il “mistero” su cosa stessero facendo l’uomo ora indagato e il complice al momento non identificato. Un tentativo di furto al postamat o in quale attività limitrofa? In piazza Napoli vi sono diversi negozi. O forse era un appostamento di “studio” per un futuro colpo? Qualunque fossero i propositi, tutto è andato in fumo. E l’inseguimento non ha fatto altro che aggravare la posizione del 43enne.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alba di tensione: speronano i carabinieri, forse tentavano un furto

LeccePrima è in caricamento