rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca Centro / Via Salvatore Trinchese

Ubriaco, minaccia tutti e poi si lancia sul cofano della volante: “Investitemi”

Arrestato un ambulante marocchino che prima avrebbe scatenato un putiferio in un market, per poi scagliarsi contro gli agenti di polizia intervenuti in pieno centro

LECCE – In preda ai fumi dell’alcool, avrebbe minacciato di morte il proprietario di negozio di alimentari, per poi scagliarsi con toni violenti anche al cospetto dei poliziotti delle volanti intervenuti. Per bloccarlo, è stato peraltro necessario chiamare anche altri agenti, visto che l’uomo sembrava non volersi proprio calmare, da solo. E così, alla fine, nei confronti di Zineddine Belyazidin, 40enne marocchino, un commerciante ambulante già noto alle forze dell’ordine, è scattato l’arresto.

Tutto è accaduto la sera del 19 gennaio, intorno alle 21,30. Sono state alcune chiamate al 113 a far scattare sul posto, fra le vie Liborio Romano e Salvatore Trinchese, i poliziotti. E appena gli agenti sono arrivati davanti al Lucky Market, hanno trovato un uomo in forte stato di agitazione, ubriaco, intento a minacciare di morte il titolare dell’esercizio, spaventando anche gli altri avventori.

Una volta sul posto i poliziotti hanno cercato di convincere l’uomo – prima con le buone – a uscire dal negozio, ma, per tutta risposta, questi avrebbe iniziato a inveire anche contro di loro. Insomma, l’agitazione sarebbe aumentata al punto tale che, brandendo una bottiglia, prima sarebbe uscito dal market per avvicinarsi al suo espositore di cover per cellulare (come detto, è un venditore ambulante), per poi tornare all’interno e continuare a minacciare di morte il proprietario, il tutto sotto gli occhi esterrefatti di clienti e passanti.

Il negozio, peraltro, si trova nei pressi del Mcdonald’s, in pieno centro di Lecce, e tutto si stava consumando in un orario in cui erano presenti un gran numero di frequentatori che attendevano il loro turno fuori dal locale. Vista la situazione, è stato opportuno richiedere l’intervento di altre volanti. E quando il 40enne le ha viste sopraggiungere, sarebbe diventato ancor più furioso, fino ad arrivare a gettarsi sul cofano dell’auto di servizio istigando i poliziotti a investirlo con un linguaggio violento e minaccioso.

Quando hanno tentato di farlo scendere dal cofano, il marocchino avrebbe cominciato a colpire i poliziotti alla cieca, dimenandosi energicamente e provocando a due di loro traumi e distorsioni. A quel punto, è stato necessario lo spray urticante al peperoncino in dotazione alle forze dell’ordine. E finalmente si è riusciti a farlo desistere da altri comportamenti a dir poco scomposti. Fatto salire in auto, i poliziotti gli hanno anche fornito acqua per lavarsi il volto. Poi, l’hanno condotto in Questura, dov’è arrivato anche il proprietario del market, il quale ha sporto denuncia. E per Zineddine Belyazidin è scattato l’arresto, ai domiciliari, secondo quanto stabilito dal pubblico ministero di turno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ubriaco, minaccia tutti e poi si lancia sul cofano della volante: “Investitemi”

LeccePrima è in caricamento