rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024
Cronaca

Cocaina, hashish e una pistola con munizioni: resta in silenzio davanti al giudice

Mattia Monaco, il 35enne leccese arrestato dopo un controllo notturno delle volanti, è in carcere. Il suo legale chiederà l'attenuazione della misura per le condizioni di salute, a causa di un recente incidente

LECCE – Di fronte al giudice per le indagini preliminari Angelo Zizzari, questa mattina Mattia Monaco, il 35enne leccese arrestato alle prime ore del 21 marzo con stupefacenti, una pistola con matricola abrasa, munizioni e un documento contraffatto, si è avvalso della facoltà di non rispondere nel corso dell’udienza di convalida. Il giudice ha convalidato l'arresto in carcere, ma il suo difensore, l’avvocato Raffaele Benfatto, è comunque pronto a richiedere un’attenuazione della misura cautelare (Monaco si trova in carcere) per motivi di salute, allegando all’istanza documentazione medica.

In sintesi (qui l’articolo completo) Monaco era stato fermato in via Lucca, a bordo di un’auto, intorno alle 2 di notte, da una volante di polizia. Già era apparso evidente il fatto che guidasse senza patente. Ma, dopo aver trovato addosso un barattolo contenente residui di cocaina, i poliziotti avevano deciso di andare a fondo nella vicenda (in considerazione anche dei precedenti del giovane), con una perquisizione in casa.

E qui erano stati trovati 32,7 grammi di cocaina, 4,2 di hashish, una pistola con matricola abrasa completa di caricatore, dieci proiettili calibro 6,35, e soldi. Fra quelli addosso e gli altri custoditi in casa, 1.785 euro in vari tagli, sequestrati con tutto il resto, perché ritenuti provento di spaccio. Oltre a ciò, anche il documento d’identità intestato a un altro soggetto, ma con la foto di Monaco.

Quanto al motivo dell’istanza che il legale intende presentare, è legato a un altro episodio emerso nelle cronache, un incidente stradale avvenuto all’alba del 7 gennaio scorso. Monaco era alla guida di una Fiat 500, quella mattina, perdendone il controllo in viale Rossini (poco prima della rotatoria per viale Alfieri) e schiantandosi su un albero. A causa dell’incidente, aveva riportato fratture alle gambe, tanto da essere sottoposto a un intervento chirurgico. Attualmente è ancora soggetto a controlli medici.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cocaina, hashish e una pistola con munizioni: resta in silenzio davanti al giudice

LeccePrima è in caricamento