Sabato, 19 Giugno 2021
Cronaca Via Giuseppe Libertini

Due rapine ad alimentari. Drammatica colluttazione, ferita lieve una donna

Pochi spiccioli ha rimediato a Lecce un giovane che ha preso di mira "Il forno dei sapori", nel centro storico. E' fuggito con appena 5 euro. E' invece sfumato il colpo in un market di Melissano. La fiammata di una scacciacani ha ferito la titolare e il figlio ha ingaggiato una lotta

LECCE – S’è presentato intorno alle 17, praticamente a ridosso della riapertura pomeridiana. Alto e con il volto solo in parte coperto. Sembra che avesse giusto uno scaldacollo tirato un po’ sul volto. Ed ha intimato alla titolare, una giovane leccese, di cedere del denaro. 

Più che un professionista delle rapine, ha il profilo di un giovane sbandato che ha letteralmente improvvisato, quello che nel pomeriggio ha rimediato pochi spiccioli infilandosi ne “Il forno dei sapori”, piccolo negozio di alimentari nel pieno cuore del centro storico, al civico 26 di via Giuseppe Libertini, non lontano da piazza Duomo e a poche decine di metri da Porta Rudiae.

La ragazza è rimasta spiazzata quando il malvivente, descritto con un italiano, molto nervoso, ha estratto dalle tasche qualcosa (forse una pistola, probabilmente un giocattolo) per meglio accompagnare la sua “richiesta”. A quel punto, gli sono stati elargiti pochi spiccioli, non più di 5 euro, dopodiché l’individuo si è subito allontanato, facendo perdere le tracce fra le strette vie del borgo antico.

L’episodio è stato denunciato però solo alla chiusura del negozio. La titolare del negozio di alimentari si è recata direttamente in questura per riferire del’episodio.  

Più cruento, anche se dall'assalto i rapinatori non hanno rimediato nulla, l'episodio avvenuto intorno alle 20,15 a Melissano, ai danni di un piccolo market a gestione familiare di via Cavour, dove la titolare, Lucia Quintina Giannuzzi, 66enne, è rimasta lievemente ferita a una mano dalla fiammata di una pistola scacciacani.

Un giovane, con il volto travisato, ha fatto irruzione ed ha sottratto il registratore di cassa. Proprio mente usciva, però, s'è imbattuto nel figlio della donna, che l'ha ostacolato. A quel punto è nata una breve, ma intensa colluttazione. Sembra che proprio durante queste fasi, sia stato esploso il colpo.

La pistola è poi caduta, insieme al registratore e, quindi, al bottino. A quel punto il malvivente è stato costretto alla fuga. Era atteso da un complice che si trovava nelle vicinanze su una Fiat 600, probabilmente rubata. Sul posto, per le indagini, sono intervenuti gli agenti di polizia del commissariato di Gallipoli. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due rapine ad alimentari. Drammatica colluttazione, ferita lieve una donna

LeccePrima è in caricamento