Molesta una donna in pieno giorno, e ora è caccia aperta all'aggressore

E' successo in pieno pomeriggio a Lecce, in via XX Settembre. La stessa strada dove già in passato un uomo tentò di violentare una pensionata. La vittima è una 33enne che è stata anche soccorsa dai sanitari. La polizia cerca un individuo biondo e con una tuta blu

Lecce, viale XX Settembre.

LECCE – Altezza normale, carnagione chiara, biondiccio con i capelli corti, fisico prestante, sulla quarantina d’anni e tuta blu. E’ il sommario identikit di un individuo che ha molestato pesantemente una giovane donna leccese di 33 anni, riuscendo a fuggire a passo svelto in direzione di Porta San Biagio, disperdendosi poi chissà dove, magari nei vicoli del borgo antico.

Quello di oggi si segnala, purtroppo, come l’ennesimo episodio di violenza gratuita e a sfondo sessuale ai danni di una donna, negli ultimi tempi, nel pieno centro di Lecce e questa volta persino sotto la luce del giorno. Gli altri casi recenti, infatti, sono avvenuti tutti nelle ore notturne e sono stati veri e propri tentativi di stupro, spesso con parziali denudamenti degli aguzzini. Ad ogni modo, le vittime sono sempre riuscite a liberarsi dalla morsa e a chiamare la polizia.

Più o meno quanto avvenuto oggi, in viale XX Settembre, ma con diverse varianti sul solito copione, perché il molestatore è arrivato alle spalle della vittima, che stava camminando a piedi, cogliendola letteralmente di sorpresa e palpeggiandola con forza. La donna, sentendosi cingere dall’energumeno, ha avuto un sussulto e s’è messa a urlare, così il molestatore non ci ha pensato un solo istante e, invece di spingersi oltre è scappato a gambe levate, tanto più che erano le 16 circa e che il rischio di imbattersi in qualche passante era quindi molto alto.

La storia si ammanta di una luce ancor più sinistra perché inevitabilmente riporta alla memoria l'agghiacciante fatto di cronaca verificatosi appena due anni or sono nello stesso, identico scenario. Era il pomeriggio del 22 febbraio quando un nigeriano scaraventò per terra, proprio in viale XX Settembre, una donna di 66 anni, cercando di violentarla e rifilandole anche pugni in volto. Non riuscì nell’intento e scappò, lasciando la malcapitata per terra, con lividi in volto, ma poi fu scovato dai carabinieri e arrestato. Risale al 30 novembre dello stesso anno la condanna in primo grado.

Oggi, fortunatamente, non si è arrivati allo stesso livello, ma di certo l’aggressione è stata brutale, tanto che la vittima, scossa e in lacrime, ha composto il 113, indicando alla polizia dove fosse fuggito l’uomo e fornendone una descrizione. E mentre alcune volanti perlustravano via e piazze del centro, in cerca (invano) di un soggetto che corrispondesse a quelle particolari descrizioni, un’altra pattuglia ha soccorso la vittima, insieme a un’ambulanza del 118. Nonostante non abbia riportato lesioni, la donna è comunque rimasta sotto choc.

Viale XX Settembre, per quanto in pieno centro, è una strada cittadina poco movimentata nelle ore pomeridiane, percorsa soprattutto da circa un parcheggio. E' caratterizzata dalla presenza del poderoso muro di cinta laterale dell'istituto gestito dalle suore Marcelline e da una lunga schiera di alberi. Caratteristiche che la rendono evidentemente appetibile a più di qualche malintenzionato, se è vero che di recente, nelle vicinanze, s'è verificata anche una rapina. Neanche farlo apposta ai danni di una ragazza.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpo alla Scu: droga ed estorsioni. Scatta il blitz, dieci arresti

  • Accoltella la madre e poi si lancia nel vuoto: tragedia in una famiglia salentina

  • Mistero a Nardò: dopo la cena con marito e figli scompare nel nulla

  • Vento e pioggia, strade trasformate in fiumi. Auto in panne e allagamenti

  • Cede il ponte, travolto da un'auto: 18enne con grave ferita a una gamba

  • Rintracciata a Ostia: il 30 giugno, dopo cena, era uscita senza fare rientro

Torna su
LeccePrima è in caricamento