rotate-mobile
Cronaca Leuca / Via di Leuca

Chiede aiuto, forzano la porta per entrare ma era ormai deceduto

Un 54enne filippino, colto da malore improvviso, ha chiamato alcuni connazionali. Questi ultimi hanno richiesto soccorso, ma all'arrivo di vigili del fuoco e 118 ormai non c'era niente da fare

LECCE – Quando i soccorritori sono arrivati sul posto, per lui, purtroppo, non c’era più nulla da fare. Un malore improvviso e quasi fulminante, forse un infarto. Quell’uomo, un 54enne di nazionalità filippina, ha fatto a tempo solo a contattare per telefono ad alcuni connazionali e sono stati proprio questi ultimi a chiamare i numeri d’emergenza. Ma è stato tutto vano.

Tutto è avvenuto ieri sera in via Leuca, nei pressi di via Pordenone. Intorno alle 22,30, l’uomo, che era solo in casa, all’ultimo piano di una palazzina, deve aver accusato il malore per il quale ha preso contatto con alcuni conoscenti. Questi si sono allarmati, avendo subito intuito che la situazione potesse essere seria, così hanno richiesto a loro volta soccorso.

Sul posto, in breve, sono intervenuti sia una squadra di vigili del fuoco, sia gli operatori del 118. Dato che il 54enne non rispondeva e che la porta era ben chiusa, si è deciso di forzare l’ingresso. Ma, una volta dentro casa, i vigili del fuoco hanno ritrovato il 54enne riverso per terra, nella stanza da letto. Non dava più segni di vita. Inutile ogni tentativo di rianimazione e il medico del 118 non ha potuto fare altro che constatare il decesso.

Sul posto è intervenuta anche una volante di polizia per accertamenti. Nessun dubbio sul fatto che si sia trattato di un decesso per cause naturali, considerando anche il fatto che non vi fossero segni di aggressione o e l'appartamento fosse in ordine. Una 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiede aiuto, forzano la porta per entrare ma era ormai deceduto

LeccePrima è in caricamento