Viali Foscolo e Grassi, dal 1° agosto attivi nuovi Photored contro i furbi

Entreranno in funzione da mezzanotte del primo giorno del prossimo mese agli incroci con le vie Argento e Lequile. E' stata invece rimossa la strumentazione collocata fra via Giammatteo e viale Foscolo. Chi è avvezzo a passare con il rosso è dunque avvisato

Il nuovo strumento per le foto in viale Foscolo.

LECCE – Occhio al “Traffiphot III SR- Photor&V Il”, nome sontuoso masticato da tecnici poco avvezzi alle definizioni semplici sotto il quale si cela, né più, né meno, che il Photored, lo strumento in grado d’immortalare gli sbadati al volante che quando vedono il colore rosso, fanno come i tori: caricano. 

Chi passerà con il semaforo rosso agli incroci tra viale Foscolo e via Argento (in direzione da piazza del Bastione verso il sottopasso di viale Leopardi) e fra viale Grassi e via Lequile (sul primo viale, in entrambi i sensi di marcia), riceverà in omaggio un bel verbale confezionato dal comando di polizia locale di Lecce. 

Tutto questo, però, solo dalla mezzanotte del 1° agosto. I piloti sono avvisati: restano ancora solo sei giorni per demolire le auto di chi rispetta le regole e passa solo con il verde, ma non è il davvero caso di affrettarsi. Meglio iniziare da subito a indossare i panni dei bravi utenti della strada.  

Il nuovo Traffiphot (e nessuno speculi sul “phot”, se vi fate fregare vuole dire che probabilmente non sapete gestire un semplice volante e tre pedali) fra viale Foscolo e via Argento integra l’altro già esistente sul senso di marcia opposto, cioè per chi viaggia dal sottopassaggio verso piazza del Bastione. 

E’ andata invece in pensione un’altra strumentazione simile, quella collocata fra via Giammatteo e viale Foscolo. E' rimasta in servizio per poco tempo. Era entrata in funzione appena il 1° novembre 2013. Fate i bravi, però: questo ovviamente non significa che da oggi può passare con il rosso.

Si amplia, dunque, la gamma di accertatori automatici della violazione dell’articolo 146 del codice della strada (per molti leccesi, indecifrabile come il codice di Hammurabi in caratteri cuneiformi originali). Come tutti sanno, infatti, altri strumenti analoghi sono già installati da tempo su viale Giovanni Paolo II (alias viale dello Stadio), all’altezza dell’intersezione con via Marinosci (in entrambe le direzioni) e in viale Rossini, all’incrocio con via Merine (anche in questo casi in tutt’e due i sensi).

Si rammenta, infine, che secondo una recente classifica stilata da “Il Sole 24 Ore”, Lecce è al 17esimo posto in Italia e prima nel Mezzogiorno per verbali. Forse è tempo di lasciare il podio, non si può mica vincere sempre.     

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Focolaio nella casa di riposo e il dato dei contagi in Puglia s'impenna

  • Puglia, positivo il 13 per cento dei tamponi. Un cluster a Castrignano de' Greci

  • Duplice delitto, l’istinto omicida anche in ospedale e la nuova perizia sui bigliettini dell’orrore

  • Nuovo colpo al business della droga a Melissano: all’alba 23 in manette

  • Notte di terrore: entrano in casa in quattro, uomo bloccato e rapinato

  • Il lusso targato Renè de Picciotto: dal lido di Savelletri alla terrazza pensile di Lecce

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento