rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Cronaca

Parte da Lecce una grande offensiva europea contro il traffico di vite umane

Oltre una quarantina di indagati fra Italia, Albania, Grecia e Turchia. L'operazione, nata da investigazioni del Gico della guardia di finanza, ha analizzato quattro diversi canali che gestivano i traffici di migranti, scoprendo i distinti ruoli di diversi soggetti, dai capi fino ai loro sodali

LECCE – Una delle più vaste operazioni contro i trafficanti di vite umane è in atto in queste ore in Italia, in Grecia e in Albania. Almeno una quarantina i soggetti sui quali si sono soffermate le indagini partite da Lecce, attraverso il Gico (Gruppo d’investigazione sulla criminalità organizzata) della guardia di finanza e proseguite in stretta collaborazione con le polizie di Grecia e Albania, sotto il coordinamento della Direzione distrettuale antimafia salentina. 

Sotto i riflettori vi sono non meno di quattro gruppi interconnessi fra loro, che agivano su vari canali, con partenze da Turchia, Grecia e Albania e capacità di trasferimento dei migranti anche in altre nazioni europee, dopo essere sbarcati sulle coste della provincia di Lecce o della Calabria.

In queste ore, nella fase esecutiva dell'operazione ribattezzata "Astrolabio", stanno lavorando gli uomini del Comando provinciale della guardia di finanza di Lecce e dello Scico (Servizio centrale di investigazione sulla criminalità organizzata)  di Roma, in collaborazione con le già citate forze dell’ordine greche e albanesi, e tramite il coordinamento di Eurojust, Europol, Scip (servizio per la cooperazione internazionale di polizia) e della Direzione nazionale antimafia e antiterrorismo.

Molti degli sbarchi presi in considerazione sono avvenuti nel corso dell'ultimo anno e mezzo sulle coste della provincia di Lecce: Santa Maria di Leuca, soprattutto, ma anche Gallipoli, Otranto, litorali di Nardò e della stessa Lecce, oltre che di Brindisi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parte da Lecce una grande offensiva europea contro il traffico di vite umane

LeccePrima è in caricamento