menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si spintonano per gioco, cade e sfonda la vetrata: 16enne ferito alla testa

L'incidente in piazzetta Alleanza, dove gli assembramenti di ragazzi sono quotidiani e residenti e commercianti sono esasperati. Il giovane portato in ospedale con taglio in testa e trauma cranico. Sul posto 118 e forze dell'ordine

LECCE – Che in piazzetta Alleanza, nel pieno centro di Lecce, ci fosse un problema di assembramenti, è ormai storia ben nota alle cronache. Ma questa sera s’è addirittura sfiorata la tragedia quando un ragazzo di 16 anni è andato a sbattere contro la vetrata di un negozio di abbigliamento, finendo per sfondarla. Arrivando a ferirsi, in maniera anche piuttosto seria. Sembra, infatti, che un cristallo ancora barcollante per effetto dell'impatto gli sia piombato dritto sulla testa, provocandogli una ferita da taglio nell’area occipitale e un lieve trauma cranico.  

Piazzetta Alleanza, a poche decine di metri da piazza Mazzini, è incastonata fra le vie Imbriani, Oberdan, Zanardelli e Trinchese. Punto di ritrovo di intere generazioni di giovani leccesi, questo quadrilatero è circondato da attività commerciali d’ogni genere, bar, studi professionali e uffici. E nonostante le restrizioni imposte dalla pandemia, l’abitudine di radunarsi di molti giovani non è mai scemata. Anzi. Tanto che, anche questa sera, in zona si erano convogliate decine di ragazzi.

Cosa sia accaduto, esattamente, non è ancora del tutto chiaro. Ma, stando alle prime ricostruzioni svolte dalla polizia locale, dopo aver acquisito alcune testimonianze, parrebbe che tutto debba ascriversi a un incidente. Un gruppo di giovani sarebbe stato intento a scherzare in maniera vivace, per così dire, spintonandosi, fin quando uno di loro, perdendo l’equilibrio, non sarebbe andato a piombare di schiena contro la vetrata d’angolo del negozio d’abbigliamento Cheeky Pay, sfondandola, con tanto di successiva caduta di un vetro dritto sulla testa del 16enne.

Il frastuono è stato tale che dagli uffici in tanti si sono affacciati per capire cosa stesse accadendo. Sono partite richieste di soccorso e, sul posto, sono arrivati agenti di polizia locale, operatori del 118 e, poco dopo, anche volanti di polizia. Il ragazzo ferito ha ricevuto una prima medicazione, poi è stato trasportato in codice giallo presso il pronto soccorso dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce. Anche i titolari del negozio sono giunti in piazzetta, avvisati da alcuni conoscenti, per una prima verifica dei danni e per provvedere a una riparazione provvisoria. Roba da mettersi le mani nei capelli.  

Video | Tensione sul posto e ragazzo ferito

La vicenda, per la quale si attende di capire se e quali provvedimenti saranno assunti, getta per l’ennesima volta una luce sinistra su quanto avviene con cadenza pressoché quotidiana in questo spicchio di città. Addirittura, il 18 dicembre scorso, alcuni agenti di polizia locale arrivati dopo l’ennesima segnalazione, visto che spesso e volentieri si sorvola anche sulla pratica di indossare la mascherina, sono stati oggetto di un attacco da parte di un paio di giovani, con tanto di calci e pugni sulla vettura di servizio.

Residenti, professionisti che lavorano in zona e commercianti sono sempre più esasperati da questa situazione. In qualche caso, si sono ritrovati ragazzi persino negli androni dei palazzi, addirittura in cima ai terrazzi. Non si contano più, ormai, le richieste d’intervento avvenute nei mesi alle forze dell'ordine per cercare di arginare il problema. Anche perché, in linea generale, l’assembramento stesso, in questo periodo, è il modo migliore per continuare a far circolare il virus. E il Covid-19 ringrazia.   

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento