Convivente presa a botte e ferita, 24enne violento finisce in carcere

E' successo a Lecce. I carabinieri della Sezione radiomobile hanno scoperto che vi sarebbero stati anche altri episodi fra le mura di casa

LECCE – Botte alla convivente, fino a mandarla in ospedale con una prognosi di diciotto giorni per le lesioni subite in quello che, stando alla denuncia, sarebbe stato solo l’ultimo episodio di maltrattamenti e violenze in ordine di tempo fra le pareti domestiche.

E l’indagine, avviata subito dai carabinieri della Sezione radiomobile di Lecce, sulla scorta dell’introduzione del “codice rosso”, ha portato all’arresto di B.S., 24enne neretino. Lesioni aggravate, minacce e atti persecutori sono alcune delle accuse mosse al giovane che, trovandosi già ai domiciliari al momento dell’intervento dei militari, è finito in carcere.

Il 24enne, che era ospite a Lecce della ragazza, è stato arrestato nel tardo pomeriggio di ieri, dopo una minuziosa ricostruzione anche dei fatti precedenti, da cui è emerso un quadro a tinte fosche di soprusi e brutalità quasi quotidiani. Più volte, infatti, il giovane avrebbe manifestato atteggiamenti violenti e minacciosi, sfociati anche nell’aggressione fisica verso la ragazza, persino con lancio di oggetti contundenti, tanto da ferirla. 

L'avevano già arrestato in estate

B.S. non sarebbe nuovo a certi comportamenti. Nel corso dell'estate, infatti, era stato arrestato, finendo così ai domiciliari, dopo la denuncia della sua stessa famiglia, minacciata più volte con lo scopo di ottenere denaro. Da Nardò era così finito a Lecce. Ma, anche al cospetto della giovane, nella cui abitazione stava scontando i domiciliari, certi suoi atteggiamenti non sembrerebbero affatto migliorati. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro, quattro feriti. Ragazzo di 22 anni finisce ricoverato in coma

  • Auto acquistate con “Spot&Go”, scatta l’inchiesta: s’indaga per truffa

  • Formaggi venduti per Grana e conservati dal gommista, scatta il sequestro

  • Perde un anello molto prezioso e lo ritrova lanciando un appello su facebook

  • In poche ore due spaventosi incidenti con feriti sulle strade del Salento

  • Cocaina e marijuana in casa: perquisizione dopo i pedinamenti, arrestato

Torna su
LeccePrima è in caricamento