Cronaca Stadio / Via Lupiae

Dal controllo si arriva a difformità e multe per 5mila euro a una pizzeria

Il locale è stato temporaneamente chiuso. Revocata la Dia sanitaria. I controlli svolti da polizia locale e ispettori del Sian

Foto di repertorio.

LECCE – La polizia locale di Lecce ha chiuso una pizzeria in zona semicentrale, dopo aver avviato un accertamento amministrativo e, infine, chiamato gli ispettori del Sian (Servizio igiene alimenti e nutrizione) dell’Asl di Lecce.

L’intervento è partito da un controllo sul funzionamento della canna fumaria. Il personale della sezione di polizia ambientale, in particolare, si è recata sul posto per verificare la conformità alla normativa vigente dell’impianto di abbattimento dei fumi della cucina. Sembra che titolare fosse già stato diffidato in un’altra circostanza a produrre la documentazione amministrativa.

Il controllo si è poi esteso anche agli ambienti destinati alla conservazione e alla lavorazione degli alimenti. Gli agenti e gli ispettori hanno contestato il fatto che le farine fossero stoccate in un vano seminterrato escluso dal piano Haccp, il protocollo che regola la prevenzione dalla contaminazione degli alimenti. Un luogo scelto in via temporanea in attesa di ultimare alcuni lavori, secondo il gestore. Ma questo non l’ha certo salvato dai provvedimenti.

Gli agenti hanno contestato anche l’esistenza di alcuni infissi malfunzionanti, guarnizioni dei frigoriferi non ermetiche e il fatto che alcuni servizi igienici fossero usati come ripostigli. Tutte difformità e carenze che hanno condotto all’immediata sospensione e alla revoca della Dia sanitaria, il documento per la lavorazione e la somministrazione di alimenti e bevande.

Sono state anche irrogate sanzioni per violazioni amministrative in materia di occupazione di suolo pubblico ed emissioni sonore per oltre 5mila euro. “La tutela dei consumatori rimane uno dei nostri obiettivi prioritari”, ha commentato il comandante della polizia locale, Donato Zacheo. “Le nostre ispezioni continueranno in tutti i pubblici esercizi dove vengono manipolati e somministrati prodotti alimentari e bevande, al fine di tutelare la salute dei cittadini”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal controllo si arriva a difformità e multe per 5mila euro a una pizzeria

LeccePrima è in caricamento