Martedì, 3 Agosto 2021
Cronaca Via Achille Costa

Rifiuta di versare l'obolo: minacce e auto rigata. Denunciato posteggiatore abusivo

A chiamare la polizia è stata una donna che s'è vista il veicolo danneggiato da un giovane di origine rumena, dopo che ha risposto con un secco "no" alla richiesta di soldi. Gli agenti l'hanno rintracciato ancora in zona, in via Achille Costa, nei pressi della Villa comunale

LECCE – Il “no”, secco, della donna ha fatto scattare la rabbia nel giovane “guardiano”, o almeno improvvisatosi tale, perché altro non era se non il classico posteggiatore abusivo, che chiedeva l’obolo in pieno centro.

Appena 16 anni, e un brutto temperamento: il ragazzo, di origine rumena, ha deciso di vendicarsi, rigano la fiancata dell’auto della signora leccese con una chiave. E a quel punto, a montare su tutte le furie è stata lei, non rimasta certo a guardare, ma che ha composto il 113, richiamando l’attenzione della polizia.

Erano le 21,30 di ieri sera, quando la donna, posteggiando la sua utilitaria proprio all’imbocco di via Achille Costa, accanto ad una palazzina sotto la quale si trovano alcune attività commerciali e, dall’altro lato, il muro perimetrale della Villa comunale, ha visto arrivare quel giovanotto desideroso di incassare qualche moneta, con il pretesto di custodire quello e chissà quanti altri veicoli di automobilisti dai quali si era già visto elargire soldi.

Ma sempre più cittadini iniziano a ribellarsi a questa sorta di sopruso, e così ha fatto la donna, che ha richiesto l’intervento di una volante di polizia quando la sua auto è stata pesantemente danneggiata.

Gli agenti hanno raccolto la segnalazione e poi hanno scovato il 16enne ancora nelle vicinanze, bloccandolo e conducendolo negli uffici della questura. Dopo la denuncia sporta alla donna, gli sono stati imputati una sfilza di reati: danneggiamento, minaccia, rifiuto di declinare le generalità e violenza privata. Già, perché il ragazzo non si sarebbe limitato a rigare l’auto, ma avrebbe anche usato termini intimidatori verso la vittima, arrivando poi a rifiutare di fornire i documenti per essere identificato ai poliziotti. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuta di versare l'obolo: minacce e auto rigata. Denunciato posteggiatore abusivo

LeccePrima è in caricamento