Il prefetto accoglie i sindacalisti di polizia: rassicurazioni su commissariato e questura

La carenza di personale a causa del blocco del turn over e le difficoltà logistiche in cui operano per la inadeguatezza di alcune strutture, sono stati argomenti al centro del dibattito, una volta che i rappresentanti sindacali della polizia sono stati accolti dal prefetto Giuliana Perrotta

LECCE – La cronica carenza di personale a causa del blocco del turn over e le difficoltà logistiche in cui operano per la inadeguatezza di alcune strutture, tra le quali il commissariato di Gallipoli, sono stati argomenti al centro del dibattito, una volta che i rappresentanti sindacali della polizia sono stati accolti dal prefetto Giuliana Perrotta.

Dopo aver garantito il massimo sostegno alle istanze proposte, così come richiesto nel documento predisposto dalle organizzazioni sindacali, il prefetto ha comunicato le iniziative già adottate ed in corso di perfezionamento per fare fronte alle principali problematiche segnalate.

Per quanto concerne la carenza del personale in servizio in provincia di Lecce, la questione è stata rappresentata anche personalmente, dal prefetto, in occasione di un recente incontro presso il ministero dell’Interno con i vertici politici e tecnici, ai quali ha evidenziato anche la recrudescenza della criminalità nei confronti dei titolari di attività produttive per la quale deve essere messa in campo una forte azione di contrasto attraverso una maggiore presenza sul territorio delle forze dell’ordine.

Sempre nel corso di quell'incontro, il prefetto si è fatto portavoce della proposta degli imprenditori gallipolini che hanno dichiarato la disponibilità ad accollarsi le spese di vitto ed alloggio del personale aggiuntivo che per l’estate potrebbe essere inviato dal ministero, evitando in tal modo ulteriori oneri a carico della spesa pubblica.

L’incontro con i delegati sindacali è stata l’occasione anche per fare il punto sugli interventi avviati per garantire una migliore sistemazione del personale della polizia, per la quale è stata fatta una ricognizione preliminare, richiesta dal viceministro dell’Interno in una sua precedente visita a Lecce.

L’analisi svolta si è concentrata prevalentemente sul commissariato di Gallipoli, sulla nuova ubicazione dell’autorimessa dei veicoli in dotazione agli operatori della polizia di Stato, sullo stato dei lavori di ripristino del terzo piano della questura di Lecce, interessato dal distacco di intonaco e mattoni dal soffitto.

Come sede per il commissariato, si è trovato un immobile di proprietà comunale, già sede degli uffici del Tribunale, e per il quale l’amministrazione comunale ha già confermato la disponibilità a finanziare gli eventuali interventi di adeguamento. E’ ancora in corso di valutazione, invece, la nuova collocazione dell’autorimessa della polizia, atteso che la proposta di trasferire il parcheggio presso un immobile confiscato alla criminalità organizzata, in una zona del capoluogo leggermente decentrata rispetto a quella attuale, non sembra rispondere ai requisiti di funzionalità a livello logistico.  

Infine il prefetto ha confermato il proprio impegno a sollecitare l’amministrazione provinciale in merito alla ristrutturazione dei locali del terzo piano della questura, attualmente oggetto di lavori di puntellamento e per i quali si dovrebbe procedere alla progettazione ed al successivo appalto degli interventi necessari.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

  • Coronavirus, nel Salento registrati altri sei positivi: due da fuori regione

  • Violenze durante il sonno, a processo il padre adottivo

  • Finanziamenti con documenti falsi, al terzo tentativo scattano le manette

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento