Le Mascherine Tricolori tornano alla carica. Citando 1984 di George Orwell

Nuove proteste contro il governo. "Lauti aiuti promessi da Conte mai arrivati e attività chiuse nonostante gli investimenti"

LECCE – Per protestare contro il governo, questa volta, hanno scelto una citazione particolare: 1984, il celebre romanzo di George Orwell da cui scatorisce il concetto di Big Brother, il Grande Fratello, il dittatore che nessuno ha mai realmente visto ma che, in forma di disegno, viene rappresentato in vari manifesti come entità che tutto osserva della vita dei cittadini.

E proprio rifacendosi in maniera inequivocabile a quello stile grafico, sugli ingressi o nelle immediate vicinanze di diverse attività commerciali di Lecce (bar, gelaterie, paninoteche), nel corso della notte sono stati affissi diversi manifesti in formato A4 con impresso il volto del premier Giuseppe Conte, la scritta Covid 1984 e due versioni. In una appare la scritta “vi concediamo una settimana”, nell’altra “potenza di fuoco”.

Diversi di quei manifesti sono stati acquisiti questa mattina dagli agenti delle volanti di polizia. E ora sul caso sta indagando la Digos. Quanto agli autori, sono stati rivendicati, con un comunicato via mail, dal movimento delle Mascherine Tricolori, già artefici di alcuni striscioni affissi, nei giorni scorsi, sulla sede leccese della Regione Puglia, in viale Aldo Moro.

b140430b-133d-4ebe-b096-d800403fa742-2

“Dovunque, in tutto il mondo, centinaia o migliaia di milioni di individui, tutti eguali, ignari dell’esistenza di altri individui, tenuti separati da mura di odio e di bugie, eppure quasi gli stessi”, scrivono nel comunicato, citando un noto passaggio di 1984, divenuto nel tempo un aforisma. 

Quanto alle frasi “potenza di fuoco” e “vi concediamo una settimana”, così le spiegano, rivolgendosi a presidente del Consiglio: “Le sue promesse e le sue intimidazioni possono essere riassunte in queste due frasi emblematiche. Da una parte i lauti aiuti promessi da Conte nelle sue celeberrime apparizioni in tv non sono mai arrivati, e dall’altra gli investimenti per mettere in sicurezza i locali posti in essere dagli esercenti non sono serviti a salvarli da una nuova chiusura. Il lockdown per loro è arrivato, così per buona parte della nostra economia”. 

Inevitabile, infine, la menzione di Big Brother. “Il governo ora desidera che ognuno di noi sia un Grande Fratello che spia il proprio vicino – concludono nel comunicato - noi invece vi diciamo: ‘Ci incontreremo là, dove non c’è tenebra’ (sempre citando un passaggio da 1984 di Orwell, ndr)”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Perde il controllo della moto e si schianta vicino casa: muore 35enne

  • Muore colto da infarto davanti alla scuola: attendeva la nipotina

  • Coppia massacrata in casa, il giovane assassino reo confesso chiede l’abbreviato

  • Benzina e fuoco nell’autolavaggio: ma l'hard disk delle videocamere "sopravvive" alle fiamme

  • Non si fermano all’alt, schianto sul guardrail: in auto la targa rubata a un finanziere

  • Difendere un assassino, l’avvocato di De Marco: “Non siamo dei mostri”

Torna su
LeccePrima è in caricamento