Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca Via Taro

Avvista la sua Focus rubata: lo minacciano armati di pistola e poi la bruciano nei campi

Una Ford Focus è stata avvistata, in mattinata, nella zona industriale di Lecce. All'interno dell'abitacolo sarebbero state viste anche alcune persone. In un secondo momento l'auto, probabilmente rubata giorni addietro, è stata incendiata nel rione Borgo San Nicola. Sul posto vigili del fuoco e polizia. Indaga la squadra mobile

L'auto incendiata

LECCE – Di passaggio nella zona industriale a bordo di un furgone bianco, avvista la sua Ford Focus rubata un mese addietro, ma non fa neanche a tempo ad avvicinarsi che scorge tre individui, armati di pistole. La loro fuga, dopo una minaccia armata, a dir poco repentina. Poi, con la consapevolezza che si sarebbero ritrovati ben presto le forze dell’ordine alle calcagna, la decisione di darla alle fiamme alle periferia di Lecce.

La carcassa è stata scoperta intorno alle 11 in via Taro, nella parte più esterna del quartiere Santa Rosa, non lontano da Borgo San Nicola. 

Una vicenda che ha quasi del surreale, quella avvenuta questa mattina. Quella Ford Focus di colore grigio metallizzato è stata avvistata dal legittimo proprietario, un commerciante leccese, quasi incredulo, mentre transitava nei pressi della rivendita di veicoli Iveco nella zona industriale di Lecce.

Spinto dall’ovvia curiosità e dalla necessità di capire se non avesse le traveggole, l’uomo s’è avvicinato con il furgone agli individui a bordo di quella che, dalla targa, ha immediatamente riconosciuto come la sua Focus. S’è così ritrovato faccia a faccia con quegli uomini a quanto pare decisi a mantenere il possesso dell’auto in ogni modo. E dunque, per tentare di riprendersi il veicolo, non ha potuto fare altro che contattare il 113. Di certo, l’esibizione di armi avrebbe fermato anche i più temerari.

Tant’è. I tre nel frattempo sono fuggiti di gran carriera dalla zona industriale, per poi raggiungere la periferia estrema del capoluogo (via Taro non dista molto), appiccare l’incendio e poi darsela a gambe presumibilmente nelle campagne circostanti.

Quando alcuni residenti hanno scorto le volute di fumo e quell’auto in fiamme, si sono rivolti immediatamente alla centrale operativa dei vigili del fuoco del comando provinciale per segnalare l’accaduto.

Sopraggiunti, i pompieri hanno domato il rogo e messo in sicurezza la zona. Nel frattempo in via Taro sono arrivati anche gli agenti in moto dei “nibbio”, reparto che fa capo alla sezione volanti, i quali hanno constatato come si trattasse della stessa auto risultata rubata e avvistata poco prima nell’area industriale.

La faccenda, di certo inusuale, è passata di mano agli investigatori della squadra mobile. Bisognerà ricostruire tutte le fasi, partendo proprio dalle dichiarazioni del proprietario della Focus, capire se quell’auto sia stata impiegata in qualche recente atto criminale e se questa mattina i tre misteriosi individui armati si stessero apprestando a mettere a segno altro colpo, magari una rapina, o se stessero facendo un sopralluogo in previsione di un furto. Val giusto la pena ricordare che, di recente, nella zona industriale, ve ne sono stati diversi.

Ad ogni modo, qualsiasi fosse il piano, una cosa è certa: è miseramente fallito per una serie di bizzarre circostanze, portando i malviventi a “mandare in fumo” anche il veicolo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Avvista la sua Focus rubata: lo minacciano armati di pistola e poi la bruciano nei campi

LeccePrima è in caricamento