Lunedì, 27 Settembre 2021
Cronaca Stadio / Via Lupiae

Si infila in casa di una donna anziana e la rapina di denaro e un cellulare

E' successo nel primo pomeriggio a Lecce, in via Lupiae. Sul posto la polizia. Era un giovane sulla ventina d'anni. Ha iniziato a citofonare a più campanelli del palazzo

LECCE – Ha iniziato a citofonare ai campanelli di un pianerottolo all'intero di un palazzo, a Lecce. Nell’atrio c’era entrato poco prima, sfruttando il portone aperto. Poi, come un fulmine, appena un’anziana ha aperto la porta, s’è infilato in casa e ha iniziato a frugare ovunque, fra i cassetti, chiedendo di consegnarli i soldi.

Nessun gioco d’astuzia, come fingersi inviato comunale o di qualche altro ente, nemmeno armi da esibire per incutere timore (e se ne aveva, non ne ha avuto bisogno). Solo sfrontatezza pura. Ed è così che quel ragazzo, molto giovane, sulla ventina d’anni, i capelli corti e un giubbotto verde, è riuscito a sottrarre alla malcapitata, una donna di 84 anni di Lecce, 25 euro e un telefono cellulare. Per scappare, infine, non ha esitato a spingere la malcapitata, con il rischio che cadesse malamente. Per fortuna, non c'è stato bisogno di interventi di operatori sanitari.

Il fatto nel primo pomeriggio

Tutto questo è avvenuto intorno alle 15 in un condominio nel tratto finale di via Lupiae, poco prima dell’incrocio con via Pitagora. Subito la vittima ha chiamato la polizia. D’altro canto, aver citofonato a più campanelli, ha messo in subbuglio chiunque si trovasse in casa in quel momento, nel palazzo. Così più persone hanno cercato di capire cose stesse accadendo.  

Ma nel frattempo, il misterioso soggetto si era già dileguato con il suo non proprio corposo bottino. Sul posto sono arrivate le volanti di polizia. Gli agenti hanno avviato le ricerche in tutta la zona, ma senza riuscire più a scovare il soggetto che, qualora fosse rintracciato, risponderebbe di rapina impropria.

Secondo caso in due giorni

Si tratta del secondo caso di fila in cui a rimanere vittima di un malvivente è un’anziana sola. Ieri mattina, in via Codacci Pisanelli, una donna di mezza età, fingendosi addetta alla manutenzione per conto di una ditta, è riuscita a intrufolarsi nell’abitazione di un’anziana disabile di 88 anni, sottraendole monili d’oro che aveva alle braccia e al collo, letteralmente strappandogliele di dosso.                  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si infila in casa di una donna anziana e la rapina di denaro e un cellulare

LeccePrima è in caricamento