Rapinatore armato nel supermercato: terzo caso in città in pochi giorni

Forse è sempre lo stesso soggetto che si aggira fra quartiere Rudiae e vicinanze. Aveva pistola e volto coperto da un casco

Foto LC.

LECCE – E fanno tre. Tre rapine in pochi giorni a Lecce. Forse opera sempre dello stesso uomo che si muove in un’area precisa della città, fra quartiere Rudiae-Ferrovia e vicinanze. Questa volta è accaduto poco dopo le 18 in via Vecchia San Pietro in Lama, prosecuzione di via del Ninfeo, oltre viale Grassi, quindi nell’area più periferica del quartiere, dove sono cresciuti negli anni nuove villette, edifici residenziali e svariate attività commerciali.

Preso di mira lo Sconto Più

Fra queste, il supermercato Sconto Più che si trova al di sotto di un nuovo palazzo. Ed è qui che un soggetto ha fatto irruzione, indossando un casco per nascondere i tratti del volto. Armato di una pistola, ovviamente non si sa se giocattolo o vera, ha minacciato i presenti e si è fatto consegnare il denaro (200 euro, stando ai primi conteggi) ed è fuggito a piedi nelle vie circostanti. Il gestore ha chiamato subito il 113 e sul posto sono arrivate una volante e la squadra mobile per le indagini. Si visioneranno le immagini di videosorveglianza. In zona è arrivata anche una pattuglia di vigilanza de La Folgore.

E' il terzo episodio in poco tempo

Si tratta, come detto, del terzo episodio in poco tempo. Si è iniziato la sera di domenica, 13 maggio, con un soggetto che attorno alle 21 ha fatto irruzione nel centro scommesse Planetwin365 di via Antonaci, traversa di via Lequile, spingendo bruscamente la titolare e scappando con i soli. In quel caso sono intervenuti i carabinieri. Il giorno dopo, verso le 17,30, è stata la volta di un altro market della catena Sconto Più, quello di Castromediano di Cavallino alle spalle di via Dell’Abate, praticamente al confine con il quartiere Leuca di Lecce. Anche in quel caso indossava un casco.

Forse sempre lo stesso uomo

E che possa trattarsi sempre dello stesso uomo, lo indicano proprio alcuni dettagli: le zone in cui si muove, l'uso del già citato casco pur non dimostrando di avere uno scooter, il fatto che si esprima in italiano. Sembra scegliere, inoltre, con cura gli obiettivi, andando verso attività in punti meno battuti e cambiando anche fasce orarie. Lasciando desumere una certa conoscenza del territorio in cui si muove, è probabile quindi che si tratti di qualcuno che abita nelle vicinanze.       

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento