Rapinatori scatenati: irruzione in una tabaccheria e in una sala scommesse

Primo colpo in largo "De' Monti", sul posto le volanti di polizia. In tarda serata, altro episodio all'Eurobet di via Leuca: indagano i carabinieri

La volante sul posto questa sera (foto LC).

LECCE – Mancava poco alla chiusura serale, quando i malviventi hanno fatto irruzione. Sono arrivati nei pressi della tabaccheria “De’ Monti”, nell’omonimo largo all’inizio di via Giovanni Gentile, a bordo di uno scooter. Avevano caschi scuri per coprire il volto ed erano armati di una pistola. Ovviamente impossibile stabilire su due piedi se vera o giocattolo.

Di certo, in pochi istanti erano già fuori con i soldi dell’incasso del momento e  sono subito fuggiti, facendo perdere le tracce. Il bottino è da quantificare, ma dovrebbe essere di poche centinaia di euro.

Non è la prima volta che la tabaccheria che sorge nei pressi dal mercato di zona Settelacquare viene presa di mira da alcuni rapinatori. L’ultima volta fu al termine dell’estate del 2014. E anche in quel caso erano arrivati con i volti coperti da caschi e fuggiti, si presume, con un mezzo a due ruote.  

Il rapido assalto si è consumato intorno alle 20,30. E sul posto, poco dopo, sono arrivati gli agenti di polizia a bordo di una volante. Le ricerche sono state estese in tutta la zona. Ma per il momento dei rapinatori, nessuna traccia. La tabaccheria è dotata di un sistema di videosorveglianza e sarà interessante capire, dalle immagini, se i soggetti possano in qualche modo corrispondere agli stessi che hanno già preso di mira, di recente, altre attività a Lecce, e in particolare nel quartiere Stadio.   

Castromediano, seconda rapina

E la serata non è finita lì. Qualche minuto dopo le 22, infatti, è avvenuta una seconda rapina, questa volta ai danni dell'agenzia di scommesse "Eurobet" di via Leuca, nel rione Castromediano di Cavallino. Un uomo con il volto coperto (indossava anche un cappuccio) e armato di pistola ha fatto irruzione e, sotto la minaccia dell'arma, si è impossessato di circa 500 euro contenuti nella casa, poi è fuggito a piedi nelle vie vicine.

Sul posto, in questo caso, sono intervenuti i carabinieri del Nucleo operativo radiomobile di Lecce. All'interno, al momento dell'irruzione, c'erano ancora alcuni clienti. I militari hanno raccolto le testimonianze e visionato le videocamere di sorveglianza interne.

La sala scommesse si trova accanto al bar "Mi Vida" e di fronta a una fiiliale di BancApulia. In quel punto, poco dopo il confine territoriale di Lecce, vi sono diverse videocamere e probabilmente i carabinieri ne visioneranno diverse, nella speranza che il rapinatore, nella fuga, si sia sfilato il cappuccio, rendendo visibile il volto.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento