Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Assalto in strada al vigilante: i soldi non ci sono e gli rapinano la pistola

Tutto è successo intorno alle 20,30 di questa sera. Vittima dell'agguato, una dipendente "La Velialpol". L'episodio nella zona industriale. E' caccia a un'Alfa 145. A bordo quattro individui con i volti coperti. I malviventi pensavano che avesse a bordo l'incasso di un negozio

La zona industriale di Lecce.

LECCE – Bloccato e depredato della sua pistola d’ordinanza. Rapina di “frustrazione” quella messa a segno da quattro individui. Già, perché in qualche modo erano persuasi, del tutto sicuri che quella guardia giurata trasportasse con sé del denaro, e non poco: l’incasso di un negozio, almeno qualche migliaio di euro.

Magari una convinzione scaturita da qualche informazione raccolta di soppiatto, forse dopo aver seguito il vigilante nei suoi giri di ronda. E invece, con sé non aveva assolutamente nulla. Ma a quel punto con qualcosa dovevano pur andare via. E i malviventi gli hanno strappato di dosso l’arma. Un trofeo di guerra che, purtroppo, potrebbe tornare loro utile per altri assalti. Una pistola in più in circolazione nelle mani sbagliate, in un momento storico in cui la città sta vivendo una grave ondata di attentati e rapine.

Tutto è successo intorno alle 20,30 di questa sera. Vittima dell’agguato, una dipendente “La Velialpol”. Il vigilante stava procedendo con la sua pattuglia lungo viale Chiatante, l’arteria che percorre la zona industriale di Lecce, quando, all’improvviso, è sopraggiunta da dietro un’altra autovettura. Si trattava di un’Alfa 145. Procedeva a velocità sostenuta e a bordo c’erano quattro individui, tutti con i volti coperti da passamontagna.

L’ampia lingua d’asfalto ha permesso ai malviventi, a bordo di un mezzo (quasi certamente rubato) ben più potente delle Punto in dotazione ai vigilanti, di avere ampio spazio per affiancare e poi stringere il malcapitato, obbligandolo a fermarsi.

A quel punto, mentre il conducente è rimasto al volante con motore acceso, altri tre hanno spalancato gli sportelli e sono usciti, forse armati (anche se nella concitazione del momento non sarebbero state viste chiaramente delle pistole). Stretto nella morsa e disarmato, i rapinatori hanno poi sondato nell’abitacolo, rovistando ovunque per scoprire che quanto asseriva il vigilante era vero: di soldi non c’era nemmeno l’ombra.

E così sono ripartiti a razzo, svoltando verso la strada statale 613 e assumendo la direzione di Surbo. Sul posto, per le indagini, si sono diretti gli agenti di polizia delle volanti. Sono stati anche avvisati i carabinieri della compagnia di Lecce per coadiuvare nelle ricerche. Dell’Alfa, però, nessuna traccia.        

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assalto in strada al vigilante: i soldi non ci sono e gli rapinano la pistola

LeccePrima è in caricamento