Cronaca Stadio / Viale della libertà

Paura per una mamma: bimba di 8 mesi rimane chiusa in auto sotto il sole

È successo nei giorni scorsi in viale della Libertà, a Lecce. Intervenuti carabinieri e vigili del fuoco. La chiave era rimasta sul sedile

LECCE – Lo sportello che si chiude automaticamente, con le chiavi ancora nell’abitacolo e la propria figlia di pochi mesi ancora in auto. Fuori, quando il sole è alto, a mezzogiorno, la temperatura che sale e la carrozzeria che si fa incandescente. E dentro è probabile che si arrivi anche a 30 gradi. Aria a filtrare, poca: tutti i finestrini ben serrati.

L’incubo di ogni mamma si è materializzato nei giorni scorsi per una donna, in uno dei punti più trafficati di Lecce. Aveva appena parcheggiato la sua Nissan Micra in viale della Libertà, non molto lontano dall’incrocio con via Sant’Elia, appoggiando le chiavi sul sedile, quando all’improvviso si è chiusa la portiera. E dentro è rimasta rinchiusa la bimba di 8 mesi. Impossibile aprire senza forzare nulla così è salita subito la tensione, mentre intorno già alcuni passanti iniziavano a osservare la scena.

In questi casi occorre procedere con estrema attenzione. Non si può semplicemente sfondare un vetro, con il rischio di ferire chi si trova all’interno con i cristalli, specie se indifesa come una creatura di pochi mesi che non sta realizzando quanto stia accadendo fuori, il perché di quei visi preoccupati e di tanta attenzione.

Sono stati richiesti i soccorsi e la prima ad arrivare sul posto è stata una pattuglia di carabinieri della Sezione radiomobile. I militari si sono trovati davanti a una donna la cui preoccupazione era indescrivibile e che pure stava cercando di rasserenare la bimba facendo smorfie dal finestrino in modo da attirarne l’attenzione davanti alle prime lacrime, un riflesso dello spavento percepito dall’esterno.

I militari, per non mettere ancor più in agitazione la piccola, e in attesa che arrivassero in supporto i vigili del fuoco, hanno provato più volte entrare in auto forzando il bagagliaio. Alla fine, con l’arrivo di una squadra dal comando provinciale di viale Grassi, s’è proceduto in un’altra maniera, piegando la portiera del lato di guida. Ed è così che la bambina è stata finalmente liberata. Per fortuna, non ha riportato alcuna conseguenza e ha potuto riabbracciare la sua mamma. Ma per la donna, un’esperienza da non rivivere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paura per una mamma: bimba di 8 mesi rimane chiusa in auto sotto il sole

LeccePrima è in caricamento