Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca Centro / Via Guglielmo Paladini

Scippi, è di nuovo allarme rosso: quattro in città in soli due giorni

Oggi è successo in via Paladini e in via Taranto. Caccia a tre malviventi. Nel primo episodio, borsa recuperata

LECCE – Due colpi in poche ore. In punti e con modalità molto diverse. Per una preoccupante media di due scippi al giorno. A Lecce è di nuovo allarme rosso. I casi si moltiplicano. Fra ieri e oggi, ben quattro episodi.

Il primo odierno è stato piuttosto singolare. Perché l'individuo ha seguito e anticipato la vittima nel suo riento verso casa, ha studiato tutto alla perfezione (dove parcheggiare la bicicletta, come appostarsi, come celare in parte il volto sotto un cappuccio) ma non ha fatto i conti con i passanti.

In fin dei conti, ha scelto una via piuttosto movimentata, se non dalle auto, essendo nel borgo antico e in piena Ztl, a due passi da piazza Duomo, quantomeno dai tanti passanti che si dirigono a piedi in centro.

E, infatti, se non avesse mollato la borsa, fuggendo in direzione opposta, si sarebbe ritrovato addosso ben tre giovanotti che hanno notato tutto e si sono piantati di fronte. Lui, lo scippatore, alla fine è riuscito a fuggire, facendo dietrofront, ma la vittima, una donna di 70 anni di Lecce, grazie ai tre angeli custodi, ha recuperato il maltolto. E per fortuna non ha avuto nemmeno bisogno delle cure mediche.

C’è anche da dire che, forse, l’individuo di oggi è lo stesso che ha perpetrato un colpo già nel primo pomeriggio di ieri lungo viale dell’Università, perché esattamente come nel caso odierno ha usato – come detto - una bicicletta. Solo che questo pomeriggio, ha pensato bene di parcheggiare il mezzo a due ruote e solo in seguito agganciare la cinghia della borsetta della vittima prescelta compiendo un balzo da un gradino sul quale si era acquattato.

Tutto s’è consumato proprio alle spalle del Duomo, in via Guglielmo Paladini, verso le 18. Il malvivente è stato descritto da donna e testimoni come un individuo di altezza media, barba incolta, giubbotto rosso e un cappuccio in testa. Tutto lascia supporre che sotto indossasse una tuta da jogging. In via Paladini vi è arrivato attraversando via Benedetto Cairoli, dove si trova l’ex Convitto Palmieri. Ed è qui che ha mollato la bicicletta dopo aver evidentemente adocchiato la donna muoversi a piedi.

IMG_8372-3Probabilmente è tornato indietro dopo averla superata una prima volta, e si è quindi seduto su un gradino attendendola, per poi afferrare la borsa mentre la vittima si trovava di spalle e fuggire di nuovo in direzione di via Cairoli. Ma qui la fortuna s’è materializzata sotto forma di tre ragazzi che si sono messi a urlare.

Spaventato e colto di sorpresa, il balordo ha quindi gettato la borsa ed è fuggito facendo la strda a ritroso, in direzione del Duomo, sparendo poi alla vista in qualche vicolo. Sono stati chiamati gli agenti di polizia delle volanti che hanno ritrovato una bicicletta di colore bianco. Forse proprio quella usata dallo scippatore per raggiungere la zona.

I poliziotti hanno perlustrato in lungo e in largo il borgo antico. Utili potranno forse essere le videocamere installate dal Comune che sono disseminate ovunque, in quella zona. 

E intanto, intorno alle 20, s'è verificato un secondo caso, ma stavolta con la tenica dello "sportello". Ovvero, i malviventi (di solito in due) scovano l'auto giusta, si affiancano mentre è ferma, spalancano lo sportello e agguantano la borsa posata - come spesso capita - sul sedile del passeggero. In questo caso, è successo in prossimità di un semaforo proprio al termine di via Taranto. In due, con i caschi in testa, si sono avvicinati a una Fiat Panda guidata da una donna e hanno messo a segno il furto, fuggendo immediatamente fuori città.

Ad agire è stato il complice seduto alle spalle del conducente di uno scooter di grossa cilindrata. Sulle loro tracce si sono messi anche in questo caso gli agenti di polizia delle volanti, arrivati in pochi istanti sul posto e che hanno cercato di rintracciarli seguendo anche le indicazioni fornite da alcuni testimoni. 

Ma intanto proprio ieri, come detto, si sono verificati altri due episodi. Nel primo, già citato, su viale dell’Università, a scippare una donna è stato proprio un soggetto in bicicletta; la borsa, ritrovata da alcuni passanti e riconsegnata proprio mentre lei si era nel frattempo presentata in questura a sporgere denuncia. Nel secondo, avvenuto intorno alle 18 e sempre lungo via Taranto, per ironia della sorte, la “preda” è stata invece una donna in bicicletta e il malvivente, un individuo robusto a bordo di uno scooter, che è stato lesto a sottrarle la borsetta posata nel cestello e a scomparire.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scippi, è di nuovo allarme rosso: quattro in città in soli due giorni

LeccePrima è in caricamento