Cronaca Centro / Via Salvatore Trinchese

In preda all'ira rovescia cestini e dopo sfonda la vetrata di un negozio

Notte di follia in via Trinchese. Un 51enne bloccato da sei agenti e sedato dal 118. Ha distrutto l'ingresso di Video Cafè

LECCE – Black Friday davvero nero per un esercente leccese che alle prime luci del giorno è stato contattato perché fosse messo al corrente che la vetrata del suo negozio non c’era più. Letteralmente crollata. Non un furto con “spaccata”, ma gli effetti devastanti di un tifone umano, un leccese di 51 anni che, probabilmente sotto effetto di qualche sostanz, ha iniziato a dare in escandescenza.

Erano le 4 di notte e le urla e le gesta dell’uomo sono state notate da più di qualcuno, che ha telefonato alle forze dell’ordine. Sul posto, nel cuore della città, in via Trinchese, sono arrivati agenti delle volanti della questura, operatori del 118 e polizia locale. L’uomo, assolutamente incontrollabile, aveva appena rovesciato un paio di cestini portacarte. Ma questo è niente, sarebbe stato archiviato come puro atto di vandalismo se non fosse successo anche altro.

Il problema, infatti, è che, non bastandogli i cestini, ha deciso di prendersela con la vetrata della boutique Video Cafè. E, lanciandosi contro con tutto il peso del suo corpo, ha finito per sfondarla. Una vera furia scatenata, incontrollabile, al punto che per bloccarlo e consentire agli operatori del 118 di sedarlo, hanno dovuto bloccarlo ben sei agenti, tutti insieme. Trasportato in ospedale – dove si trova tuttora -, completamente ricoperto di sangue per le ferite riportante nell'impatto con i cristalli, come effetto della sua bravata, risponde di resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In preda all'ira rovescia cestini e dopo sfonda la vetrata di un negozio

LeccePrima è in caricamento