Nella sala colloqui tenta invano di passare l'eroina al fratello detenuto

Arrestato un 20enne di Supersano che ieri pomeriggio è arrivato a Borgo San Nicola con 5 grammi di sostanza stupefacente. Immortalato dalle telecamere

LECCE – È entrato in carcere con una bustina di eroina. Il suo rischioso compito, cederla al fratello detenuto da diverso tempo. Ma dalla struttura penitenziaria di Borgo San Nicola, Alessandro Romano, 20enne di Supersano, non è più uscito. Le telecamere presenti l’hanno smascherato. E così, è stato fermato dagli agenti di polizia penitenziaria.

L’arresto è avvenuto ieri pomeriggio, attorno alle 17, nella sala colloqui del carcere leccese. Romano, che peraltro non ha precedenti, con il fratello maggiore Antonio, 37enne, non doveva però scambiarsi solo notizie sulla famiglia e quello che succede in giro nel paese. Aveva anche un secondo fine, consegnargli una bustina, riuscita a passare al primo filtro. Dentro, 5 grammi di eroina.

Un vero azzardo, perché le telecamere hanno registrato il passaggio di mano e a quel punto è scattato il controllo, con recupero della sostanza. Sentito il pubblico ministero Alberto Santacatterina, Alessandro Romano è così finito in arresto. La convalida si terrà nei prossimi giorni. Il giovane è difeso dall’avvocato Simone Viva.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il fratello già detenuto, Antonio Romano, è stato arrestato l’ultima volta nel settembre scorso, dovendo scontare residui di pena dovuta a una condanna per evasione dai domiciliari, avvenuta nell’estate del 2016 (un anno e quattro mesi la pena). E nel giro degli stupefacenti era rimasto coinvolto anni prima. Nel giugno del 2013, infatti, fu fermato insieme ad altri nell’ambito di una vasta operazione avviata dai carabinieri della compagnia di Tricase e diramatasi in buona parte della provincia, con al centro proprio lo smercio di eroina. E ora, a causa di questo terribile vizio, anche il fratello è stato inghiottito nel tunnel della giustizia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento