L'eroina? Messa al fresco nel congelatore: blitz in casa e scatta l'arresto

I carabinieri hanno bloccato un 43enne leccese, nel quartiere Stadio. Aveva oltre 80 grammi. L'inquietante "ritorno" della sostanza testimoniato dal numero di sequestri

LECCE – E’ stato il classico viavai a instradare i carabinieri. Ed è seguendo la scia di soggetti che entravano e uscivano da un portone in particolare, in una delle palazzine di piazzale Pisa, nel quartiere Stadio di Lecce, che i militari della Sezione radiomobile di Lecce hanno incastrato Davide Miglietta, 43enne. Già sorvegliato speciale con obbligo di soggiorno.

Risale a questa mattina un servizio mirato, antidroga, dei carabinieri leccesi, che hanno deciso di effettuare una perquisizione in casa di Miglietta, avendo raccolto sufficienti indizi per sospettare che lì si smerciassero stupefacenti. E, come si sospettava, l’ispezione ha portato i suoi frutti.

MIGLIETTA DAVIDE-2I militari hanno rovistato ovunque. E alla fine, hanno scovato quello che cercavano. Eroina. Per ben 84,20 grammi. Cinque corposi pezzi, sigillati e messi al fresco. Nel vero senso della parola. Erano stati nascosti, infatti, nel freezer. Sotto sequestro sono finite anche tre schede telefoniche e un’agenda. Su quest’ultima, però, non c’erano nomi appuntati di eventuali clienti, come spesso avviene. Semplicemente, come le schede, era intrisa di sostanza. Usata come piano d’appoggio, si presume, anche per la consumazione. Miglietta è finito in carcere.

Un'altra denuncia a Lecce 

Nel corso della stessa mattinata, i carabinieri della Sezione radiomobile hanno svolto anche un’altra perquisizione domiciliare, nel capoluogo. Trovando e sequestrando una piantina marijuana, dell’altezza di 10 centimetri, e 1 grammi di hashish. E denunciando a piede libero S.G., 40enne. L’uomo è stato anche segnalato per uso personale non terapeutico di sostanze stupefacenti. E’ stato egli stesso a spiegare che l’hashish era per uso personale.

Boom dell'eroina: parlano i numeri

E’, ovviamente, soprattutto il tema dell’eroina a destare particolare attenzione. Del ritorno a valanga sul mercato si è già scritto di recente. Ma sono soprattutto i numeri a parlare. Solo soffermandosi sui casi più recenti: mezzo chilo di sostanza trovata in un garage a fine dicembre, sempre nel quartiere Stadio; altri 100 grammi scovati addosso a un uomo di Calimera

Ancora, un volto arcinoto alle cronache scovato a spacciare a due passi dal tribunale e offrire nello stesso tempo spazio per la consumazione ai tossicodipendenti; un’abitazione di Alliste trasformata da una coppia in una piccola centrale dello smercio per la zona; solo pochi giorni or sono, ben 600 grammi di eroina trovati in casa di un pregiudicato di Supersano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tutto questo, tralasciando anche le recenti, grosse operazioni, "Vele" della polizia e "Fiori di primavera", della guardia di finanza, in cui s'è evidenziato come si trafficasse anche eroina, fra le varie sostanze. Tutti segnali inquietanti di un vero e proprio boom del fenomeno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Giovane turista fa il bagno e sul fondale ritrova bacino in ceramica del XIV secolo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento