rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca

Tradito dal nervosismo: droga nascosta dietro lo zoccolo dell'armadio

Arrestato un 44enne leccese. Aveva alcuni grammi di hashish negli slip. Il resto, fra cui un panetto, marijuana e un bilancino, era ben nascosto nella stanza da letto

LECCE – Il nervosismo l’ha tradito oltremodo, perché, lì per lì, a una sommaria perquisizione per strada, i carabinieri non hanno trovato nulla di particolare. Ma, una volta nell’appartamento in cui abita, dato che s’è deciso di approfondire il controllo, non solo s’è scoperto che aveva dell’hashish addosso, ma anche che era stato ricavato un discreto nascondiglio per altra sostanza stupefacente sotto l’armadio a ponte della camera da letto.

In arresto, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, è finito ieri sera Alessandro Zecca, 44enne leccese. A fermarlo sono stati i carabinieri della Sezione radiomobile del capoluogo che l’hanno individuato in via Marinosci mentre effettuavano alcune perlustrazioni nel quartiere Stadio. Già noto alle forze dell’ordine, ma con segnalazioni molto vecchie, sul momento Zecca non sembrava aver nulla di sospetto addosso. Tuttavia, come detto, lo stato di agitazione deve aver indotto i carabinieri a credere che potesse celare stupefacenti altrove, magari in casa, e così hanno deciso di approfondire il controllo.

Arrivati sul posto, però, per prima cosa s’è deciso di ripetere la perquisizione personale, in modo più accurato. Già, perché se nelle tasche non c’era davvero nulla, in realtà il 44enne aveva dell’hashish nascosto negli slip, due tocchetti di “fumo” per circa 7 grammi. Poco per procedere a un arresto, ma sufficiente per pensare di essere sulla strada giusta e questo nonostante il fatto che il 44enne avrebbe riferito di non avere altri stupefacenti.

Così non era. I militari hanno pensato bene di rovistare ovunque, senza tralasciare nulla. Tanto che sotto l’armadio a ponte della stanza da letto, una volta tolte con un cacciavite le viti che tengono ferme lo zoccolo, hanno scoperto un sacchetto di plastica contenente bilancino di precisione, un panetto di hashish per 93 grammi e quattro involucri con 56 grammi di marijuana. Non sono però stati trovati soldi.

Condotto in caserma e sentito il pubblico ministero di turno, Francesca Miglietta, Zecca è stato dichiarato in arresto. Si trova ai domiciliari. È difeso dall’avvocato Mariangela Calò.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tradito dal nervosismo: droga nascosta dietro lo zoccolo dell'armadio

LeccePrima è in caricamento