menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Appuntamento, trattativa e consegna. Ma sullo spaccio piombano i militari

I carabinieri della sezione operativa di Lecce hanno arrestato un 55enne. "Operava" in zona Borgo Pace. Trovata la marijuana

LECCE – La zona dell’incontro era sempre la stessa, fra via Taranto e via Belloluogo, nel rione Borgo Pace di Lecce, in un punto servito da attività commerciali d'ogni tipo e uffici. E dove, quindi, il passaggio è continuo. Probabilmente, pensava in questo modo di dare meno nell’occhio, confondendosi fra normali cittadini in transito per spese, pratiche, magari solo un caffè al bar. Ma Gianfranco Casilli, 55enne di Martano, sebbene con domicilio nel capoluogo, non sapeva che i carabinieri della sezione operativa di Lecce avevano comunque ormai fiutato il giro e lo tenevano sotto osservazione.

Ieri, alla fine, dopo una serie di appostamenti, è scattato il blitz che l’ha inchiodato. I militari l’hanno fermato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, dopo aver effettuato una perquisizione che provasse in modo definitivo l’attività illecita. E, sentito il magistrato di turno, l’uomo è finito in carcere, salvo poi ottenere i domiciliari dal giudice Michele Toriello, all'esito dell'interrogatorio durante il quale (assistito dall'avvocato Raffaele Benfatto) si è avvalso della facoltà di non rispondere.

Negli ultimi periodi, i carabinieri dipendenti dalla compagnia di Lecce hanno potuto prendere visione di come avrebbe agito Casilli. Prima il contatto con i clienti, sempre nella stessa zona, poi dopo una breve trattativa, il rientro a casa (abita in una palazzina nelle vicinanze) per il rifornimento e la consegna finale.  Ma ieri la sua attività ha subito un brusco stop quando i carabinieri della sezione operativa sono usciti allo scoperto, perquisendo lui e l’appartamento in cui vive. E trovando così 105,6 grammi di marijuana, due bilancini precisione, materiale per il confezionamento di singole dosi e 85 euro. Tutto finito sotto sequestro. Inevitabile, per Casilli, l'arresto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Stanchezza in primavera, ecco perché

  • Sicurezza

    Come utilizzare l’aceto per le pulizie di casa

  • Cucina

    Melanzane marinate all’aceto, fresche e veloci

Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento