Cronaca

Quasi 1 chilo di stupefacenti in casa, tutto chiuso in cassaforte

In zona Santa Rosa, a Lecce, i carabinieri del Nucleo investigativo hanno arrestato un 27enne. Ieri pomeriggio la perquisizione, durante la quale sono stati trovati hashish e marijuana. Il forziere aperto con una smerigliatrice

LECCE – Lo stupefacente? Ben custodito, dentro una cassaforte. Poco meno di 1 chilogrammo fra marijuana e hashish. Un nascondiglio talmente sicuro che per scovare il contenuto i carabinieri hanno dovuto chiamare i vigili del fuoco, arrivati con una smerigliatrice. Solo tagliando il forziere, i militari hanno avuto finalmente la certezza di poter incastrare Cristian Solida, 27enne, noto alle forze dell’ordine.

Il controllo è scattato ieri pomeriggio, a Lecce, in zona Santa Rosa. Qui, i carabinieri del Nucleo investigativo del Comando provinciale, da qualche tempo tenevano evidentemente d’occhio i movimenti di Solida. La decisione di entrare in casa, per una perquisizione, rischiava però di rimanere frustrata. Perlustrando ovunque, non è stato trovato alcunché di sospetto per un’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L’unico oggetto rimasto da controllare, alla fine, è stata quella piccola, quanto resistente cassaforte che il giovane aveva nella sua camera da letto.

Ovviamente, Solida ha finto di cadere dalle nuvole, sostenendo di non avere la chiave. A quel punto, ci sono volute le maniere forti. E i dischi di una mola in dotazione ai vigili del fuoco non hanno avuto pietà per la cassaforte. Una volta spalancata, non ne sono usciti soldi, gioielli o altri oggetti di valore, ma tre buste di cellophane. E dentro c’erano 803 grammi di marijuana e 57 di hashish, oltre a materiale per il confezionamento e due bilancini elettronici. Solo a quel punto, è stato possibile dichiarare in arresto Solida.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quasi 1 chilo di stupefacenti in casa, tutto chiuso in cassaforte

LeccePrima è in caricamento