menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Già fermato per eroina, controllo ai domiciliari e si scopre la marijuana

Arrestato per spaccio il 30enne Mattia Greco di Lecce che già a novembre era finito nei guai. Sequestrato anche un bilancino

LECCE – Un controllo in casa, si scoprono marijuana e bilancino e così scatta l’arresto. Per lui, il secondo in due mesi precisi. Perché nei guai c’era già finito a novembre, sempre per spaccio. A fermare Mattia Greco, 30enne leccese sono stati ieri mattina i carabinieri della Sezione operativa. Un normale controllo, il loro, presso soggetti che si trovano ai domiciliari, terminato in questo caso con un arresto in flagranza.

Durante la perquisizione, infatti, il giovane è stato sorpreso con 28,5 grammi di marijuana, suddivisa in dosi, un bilancino di precisione e 65 euro in contanti. I soldi sono finiti sotto sequestro, come il resto, perché ritenuti probabile provento di spaccio. Sentito il magistrato di turno, Greco è stato arrestato e riportato a casa, sempre ai domiciliari.

A novembre il giovane era stato arrestato sempre dai carabinieri (in quel caso della Sezione radiomobile) dopo essere stato sorpreso con un coetaneo a gestire una sorta di laboratorio dell’eroina all’interno di un box, in una palazzina di via Alessandria.  Addosso a Greco erano stati inizialmente trovate dieci dosi di eroina, mentre nelle tasche dell’amico una chiave d’accesso al box. E, lì dentro c’era un panetto più grosso della stessa sostanza. Entrambi erano così stati dichiarati in arresto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento